Obbligazioni zero coupon

Le obbligazioni zero-coupon sono delle obbligazioni prive di cedola (detta per l’appunto coupon) che non prevedono, quindi, il pagamento di un interesse periodico. Tuttavia la somma rimborsata alla scadenza del titolo è superiore rispetto al  valore nominale dello stesso. Tale differenza rappresenta il costo dell’operazione di finanziamento sostenuto dalla società emittente.  Questo tipo di investimento […]

Le obbligazioni zero-coupon sono delle obbligazioni prive di cedola (detta per l’appunto coupon) che non prevedono, quindi, il pagamento di un interesse periodico. Tuttavia la somma rimborsata alla scadenza del titolo è superiore rispetto al  valore nominale dello stesso. Tale differenza rappresenta il costo dell’operazione di finanziamento sostenuto dalla società emittente.  Questo tipo di investimento permette di riscuotere a una determinata scadenza un capitale contro il pagamento attuale di una somma inferiore.

Il ricavo sarà dato dalla differenza tra il valore dell’obbligazione alla scadenza e il valore al momento dell’acquisto. Il rendimento, invece, si calcola sottraendo al prezzo finale, solitamente 100, il prezzo di acquisto. Per fare un esempio: compriamo un’obbligazione a 96 € e il valore nominale finale è 100€. Sottraiamo al valore finale il valore di acquisto (100-96 = 4) e dividiamo il risultato ottenuto per il valore di acquisto (4/97 = 0.0412 = 4.12%). Solitamente queste obbligazioni sono di breve durata, inferiore ad un anno, ma ne esistono anche di molto lunghe. Questo perchè in caso di durata superiore all’anno l’acquirente delle obbligazione deve tenere i soldi bloccati per un lungo periodo rinunciando agli interessi maturati fino alla scadenza dello strumento. Il più noto e diffuso titolo zero coupon italiano è il Buono Ordinario del Tesoro (BOT), cioè un titolo senza interessi pagati attraverso una cedola,  di durata inferiore o pari a 12 mesi.

1

Obbligazioni senza cedola, rischi dei zero coupon e consigli su come evitarli

Ecco perché le obbligazioni senza cedola espongono a rischi maggiori e il confronto tra CTz e BTp.

Leggi di Giuseppe Timpone
2

Il rischio di reinvestimento per le obbligazioni, come contenerlo con poche azioni

Le obbligazioni non sono investimenti "a riposo", presentano un rischio di reinvestimento che va contenuto prima ancora che i titoli arrivino a scadenza. Ecco qualche suggerimento.

Leggi di Giuseppe Timpone
3

Bund senza cedola, segnali di stress all'asta semi-deserta di oggi in Germania

Il Bund agosto 2029 (ISIN: DE0001102473) è stato emesso senza cedola per la seconda volta dal 2016, stando al Financial Times. Ma l'asta in Germania è andata semi-scoperta e sul mercato secondario il rendimento è salito ai massimi da 3 settimane.

Leggi di Giuseppe Timpone