Bollette luce e gas: risparmiare al massimo dal programma Eco all’accensione di lavatrice e lavastoviglie

Bollette luce e gas, ecco come risparmiare al massimo con il programma Eco, l’accensione di lavatrice/lavastoviglie e la corretta manutenzione degli elettrodomestici.

di , pubblicato il
Bollette luce gas triplicate.

Il freddo sta arrivando, le temperature stanno infatti scendendo in tutta Italia e il caro energia potrebbe pesare ancora di più sulle famiglie. Queste ultime, però, stanno cercando di adottare dei comportamenti ad hoc per contenere le spese delle bollette di luce e gas.

Piccoli cambiamenti al proprio stile di vita, come accendere lo scaldino per fare la doccia nelle ore in cui si risparmia energia, è uno dei comportamenti più adottatati ma ce ne sono tanti altri. E per aiutare chi è in difficoltà, arriva anche un manuale dell’Enea realizzato in collaborazione con l’Assindatcolf che fornisce dei suggerimenti pratici per contenere gli aumenti e promuovere uno stile di vita più sostenibile all’interno della propria dimora.

Cosa fare allora per risparmiare ed evitare salassi in bolletta?

Con l’arrivo del grande inverno, si trascorrerà più tempo a casa per cui si temono salassi per le bollette di luce e gas. Il primo suggerimento fornito da Assindatcolf ed Enea è quello di azionare il programma eco ovvero quello di risparmio energetico.

Esso è presente per lavatrici, lavastoviglie e tanti altri elettrodomestici. Dato che dura di più, si chiedono in molti, conviene davvero? La risposta è si perché permette di risparmiare sia elettricità che acqua, rispetto a un programma breve. Il motivo è che la macchina si riscalda più lentamente e consuma circa la metà dell’energia di un ciclo di lavaggio normale.

La lavatrice, come tutti sapranno, è uno degli elettrodomestici che consuma di più insieme alla lavastoviglie e all’asciugatrice. Per risparmiare energia, tutti e tre si dovrebbero caricare non eccessivamente. Anche perché il bucato/piatti non sarebbero lavati alla perfezione. Sia la lavastoviglie che la lavatrice, così come gli altri elettrodomestici energivori (come lo scaldino elettrico), inoltre, andrebbero utilizzati nelle ore in cui si paga di meno l’elettricità come la mattina fino alle 8 o la sera dalle 19 in poi (se si ha la tariffa bioraria).

Chi invece ha installato i pannelli solari, dovrebbe sfruttare le ore più assolate della giornata.

Bollette luce e gas: come risparmiare?

La corretta manutenzione degli elettrodomestici e della caldaia può migliorare le prestazioni e di conseguenza ridurre i consumi. Ecco un esempio: un frigorifero nuovo da 300 litri ad alta efficienza energetica consuma il 55% in meno di uno vecchio, il risparmio è quindi di circa 150 euro all’anno.

Per quanto riguarda il riscaldamento, invece, non si dovrebbero superare i 19 gradi. La nuova normativa, confermata anche dal governo Meloni, prevede che un casa il riscaldamento non dovrà superare tale temperatura. Per l’Enea, grazie a tale norma, ci guadagnerà anche il portafoglio perché si avranno risparmi di energia significativi e in più si eviterà un’impennata dei costi in bolletta.

Nel vademecum per risparmiare sulle bollette di luce e gas, si legge inoltre che sarebbe preferibile usare il microonde invece del forno tradizionale in quanto il primo consuma quasi la metà. Nel caso in cui sia indispensabile l’utilizzo del secondo, sarebbe opportuno non usare la funzione grill che è quella più energivora.

Si dovrebbe poi stirare solo il necessario dato che il ferro da stiro, secondo le stime dell’Enea, ha un’incidenza del 5,75% sui consumi elettrici totali.

E infine

Per abbattere i costi delle bollette di luce e gas, sarebbe inoltre opportuno ridurre il consumo di acqua calda. Così si risparmierà gas e acqua. Per mettere in pratica questo suggerimento, si dovrebbe in primis scegliere la doccia al bagno e chiudere sempre l’acqua mentre ci si insapona. Una buona idea sarebbe anche quella di installare dei riduttori di flusso su docce/rubinetti.

Un altro suggerimento ovvio è quello di non lasciare le luci accese in stanze che non si utilizzano.

Inoltre si dovrebbe cercare di sfruttare al massimo la luce del giorno anche se in inverno sono poche.

Anche le prese elettriche sono importanti per cui non si dovrebbero tenere collegati i dispositivi elettronici della casa (caricabatterie, ferro da stiro, pc, etc) più del dovuto perché così facendo si sprecherà più energia del dovuto.

Infine, in inverno, le persiane andrebbero tenute abbassate la sera per contrastare il freddo. In estate, invece, tenerle abbassate, evita che la casa si surriscaldi troppo. Inoltre andrebbero acquistati infissi di buona qualità e ad alto isolamento termico. Le finestre, infine, in questa fredda stagione, andrebbero aperte solo per qualche minuto, quando si desidera arieggiare la casa.

[email protected]

Argomenti: ,