Congedo maternità

Il congedo di maternità è un periodo di astensione obbligatoria dal lavoro per la lavoratrice durante il periodo di gravidanza e puerperio. Durante tale periodo la lavoratrice percepisce un’indennità economica che va a sostituire la retribuzione, Tale congedo spetta anche in caso di adozione o affidamento di minori. Quando la madre non può beneficiare di tale periodo di astensione dal lavoro il diritto e l’indennità relativa spettano al padre. Il congedo per maternità spetta per i 2 mesi precedenti la data presunta del parto e per i 3 mesi successivo al parto.

Il congedo per maternità è l’astensione obbligatoria dal lavoro della mamma per un periodo di 5 mesi.

Congedo di maternità: durata

I cinque mesi di astensione dal lavoro sono così suddivisi:

  • 2 mesi prima della data presunta del parto
  • 3 mesi dopo la data del parto

Durante questi 5 mesi, essendo il congedo per maternità obbligatorio, vige, per il datore di lavoro il divieto di adibire la donna al lavoro.
Il congedo per maternità può essere fruito dalla lavoratrice anche nel seguente modo:

  • 1 mese prima della data presunta del parto
  • 4 mesi dopo la data del parto

La donna può continuare a lavorare fino all’ottavo mese di gestazione soltanto alla presenza di un’attestazione medica la quale certifichi che la scelta di proseguire nell’attività lavorativa non arrechi danno alla salute del bambino.

Congedo di maternità anticipato

Su richiesta della lavoratrice il congedo di maternità può essere richiesto anche anticipatamente rispetto ai sette mesi di gestazione quando le condizioni di salute della gestante lo impongano

  • Per complicanza della gestazione
  • Per malattie preesistenti che possono essere aggravate dallo stato di gravidanza
  • Quando le condizioni di lavoro o ambientali siano pregiudizievoli alla salute del bambino e della futura mamma
  • Quando la lavoratrice è addetta a lavori pesanti, pericolosi e non possa essere spostata ad altre mansioni (in questo caso la decisione spetta alla Direzione Provinciale del Lavoro.)

Chi può richiedere il congedo parentale?

Il congedo parentale è una disciplina che riguarda tutte le lavoratrici dipendenti sia del settore pubblico sia di quello privato, ma anche le lavoratrici parasubordinate, quelle in apprendistato e le socie lavoratrici di cooperative.

Congedo maternità: trattamento economico

Il trattamento economico per le donne che si trovano in congedo di maternità va computato nell’anzianità di servizio della lavoratrice, compresi la tredicesima, il Tfr e alle ferie. Inoltre il periodo va considerato anche nella progressione di carriera della dipendente. Il congedo di maternità è retribuito, per le mensilità spettanti, con l’80% della retribuzione, anche se in alcuni casi la contrattazione collettiva può prevedere un trattamento economico più favorevole (come il caso delle dipendenti pubbliche la cui indennità è pari al 100% della retribuzione).

Congedo maternità e pensione

Ai fini pensionistici il congedo di maternità è conteggiato per intero con l’accredito di contributi figurativi, che dovranno essere riscattati,  essi sono accreditati senza oneri per il datore di lavoro per tutto il periodo in cui la dipendente non ha prestato la propria attività lavorativa.

1

Congedo maternità lungo per le lavoratrici assunte con contratto a progetto

Congedo maternità di 5 mesi anche per le lavoratrici a progetto e anche in caso i minori adottati. Lo ha deciso la Consulta

Leggi di Redazione InvestireOggi
2

Congedo maternità Inps, ecco a chi spetta

Congedo maternità. Quali sono le donne che possono fruire del congedo maternità Inps, per un periodo antecedente o immediatamente successivo al parto, per cui spetta l'80% della retribuzione

Leggi di Redazione InvestireOggi
3

Come riscattare la maternità e andare in pensione

Non tutti sanno che anche l periodo di astensione facoltativa dal lavoro per maternità, così come avviene per gli anni di laurea, si può riscattare, ai fini del raggiungimento della pensione, Ecco alcune utili informazioni.

Leggi di Redazione InvestireOggi
4

Congedo maternità: parto anticipato, cosa accade?

Cosa succede al congedo di maternità in caso di parto anticipato?

Leggi di Patrizia Del Pidio
5

Maternità e contributi figurativi, è possibile effettuare l'accredito?

Maternità, è possibile effettuare l'accredito dei contributi figurativi, ma solo in alcuni casi, ecco quali.

Leggi di Angelina Tortora