Windows XP, fine supporto: cosa fare?

L'8 aprile 2014 Microsoft termina il supporto di Windows XP: cosa possiamo fare per continuare a utilizzare il nostro PC con Windows XP senza correre troppi rischi? Ecco alcune risposte.

di Daniele Sforza, pubblicato il
L'8 aprile 2014 Microsoft termina il supporto di Windows XP: cosa possiamo fare per continuare a utilizzare il nostro PC con Windows XP senza correre troppi rischi? Ecco alcune risposte.

Forse Windows XP non è mai stato così chiacchierato come in questi giorni: per 13 anni ha svolto il suo lavoro in silenzio, soddisfacendo molti utenti al punto tale che ancora oggi, nonostante i vari Windows Vista, Windows 7 e Windows 8, un gran numero di utenti lo utilizza ancora e non ha la minima intenzione di disfarsene. E mentre Microsoft continuerà a garantire assistenza per pochi eletti (settore pubblico di alcuni Paesi, istituti bancari e alcune grandi aziende) dietro compenso, in molti si chiedono: cosa devo fare quando terminerà il supporto a Windows XP? Visto che l’assistenza e il rilascio di aggiornamenti si concluderà l’8 aprile 2014, forse è giunto il momento di dare qualche risposta a questa domanda. 

 

LEGGI ANCHE

Tutto quello che devi sapere sulla fine di Windows XP

Offerta Microsoft: sconto a chi rottama Windows XP

 

Fine supporto a Windows XP? Non è la fine del mondo

Se utilizzate ancora Windows XP, l’unica cosa che dovreste fare è passare a un sistema operativo più recente: se siete ancora terrorizzati da Windows 8, potete comunque passare a Windows 7, che forse è insieme a XP uno dei migliori sistemi operativi realizzati da Microsoft. 

Se attualmente non avete la possibilità di fare l’upgrade, potrete comunque continuare a utilizzare Windows XP: infatti l’8 aprile non succederà un’apocalisse, né un “millennium bug” fuori stagione. I vostri computer equipaggiati con Windows XP continueranno a funzionare, ma non riceveranno semplicemente più aggiornamenti e quindi saranno molto più esposti ai rischi. Un utente che utilizza ancora il vecchio OS Microsoft, infatti, sarà esposto ai problemi di protezione e sicurezza 6 volte di più di un utente che sta utilizzando Windows 7 o altri sistemi operativi ancora aggiornati. Inoltre, man mano che il tempo passerà, alcuni dei programmi che utilizzate più spesso non verranno più aggiornati e di conseguenza si creerà un rischio compatibilità con altri sistemi operativi e dispositivi

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Windows XP addio: effetti e conseguenze

Lo sfondo di Windows XP è la foto più vista del mondo? Ecco come vederla su Street View

 

Avete un PC con Windows XP? Ecco cosa dovete fare

Ecco una lista di cose che dovete fare se avete ancora intenzione di utilizzare Windows XP: 

  • Installare Service Pack 3: se continuerete a usare Windows XP, scaricate il Service Pack 3 qualora non lo abbiate già fatto, il pacchetto di aggiornamenti più recenti per il sistema operativo in grado di ottimizzare al meglio protezione e sicurezza. 
  • Scegliere il giusto antivirus: che non c’è. Ci spieghiamo meglio: con un antivirus non sarete comunque protetti, però è notizia recente che Avast non abbandonerà Windows XP. Potrebbe essere una soluzione, ma non “la” soluzione. 
  • Andare su siti sicuri: attivate il firewall per proteggervi da siti non protetti, recatevi solo su siti sicuri, ovvero quelli contrassegnati con la spunta verde contrassegnata, e non su quelli con la croce su sfondo rosso. 
  • Passare a un altro sistema operativo: anche non Microsoft (e non ce ne vogliano quelli di Redmond). Si potrebbe ad esempio passare a Linux senza cambiare PC, a patto che Linux vi piaccia.
  • Passare a Windows 7 o Windows 8: inutile girarci intorno, alla fine è questa la mossa più sicura. Almeno fino alla prossima fine del ciclo di vita. 
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Sistemi operativi