Lancia K limousine dell’avvocato Agnelli: asta deserta a Torino

Lancia K limousine appartenuta all'avvocato Agnelli messa all'asta a Torino dall'attuale proprietario non trova compratori interessati

di Andrea Senatore, pubblicato il
Lancia K limousine appartenuta all'avvocato Agnelli messa all'asta a Torino dall'attuale proprietario non trova compratori interessati

Mentre in casa Lancia, c’è aria di smobilitazione con la chiusura dei siti web esteri e l’addio ai mercati europei, da Torino un fatto curioso ha coinvolto una mitica vettura di Lancia del passato. Ci riferiamo alla Lancia K Limousine appartenuta all’avvocato Gianni Agnelli che in un’asta organizzata oggi è rimasta invenduta. Nessuna offerta infatti sarebbe arrivata per questa automobile. la base d’asta era di 39 mila euro. Questa non è stata raggiunta da nessuna delle offerte pervenute. Ricordiamo che questa cifra è stata decisa dal proprietario attuale del veicolo, il titolare della Tecnicars di strada antica di Grugliasco a Torino, Sergio Vigna. 

 

Lancia K Limousine di Gianni Agnelli, nessuna offerta

 

Lancia K Limousine di Gianni Agnelli è famosa almeno quanto lo è il suo antico proprietario. Sembra strano che nessuno abbia fatto un’offerta congrua. L’attuale possessore commenta che la cosa più incredibile è che nemmeno i familiari dell’avvocato Agnelli hanno voluto fare un’offerta. Lancia K di Gianni Agnelli è un esemplare quasi unico. Solo due vetture di questo tipo sono state prodotte.

 

Leggi anche: Fiat Panda, Volkswagen Polo e Lancia Ypsilon sono le più amate dalle donne in Italia

 

Lancia K Limousine

Lancia K Limousine: asta deserta a Torino per l’auto che appartenne all’avvocato Agnelli

 

Leggi anche: Alfa Romeo, Fiat e Lancia: le loro auto tra le più amate dai collezionisti

 

Quest’auto può vantare una grande storia. Veniva usata dall’avvocato quando era Senatore per incontrare le varie autorità della politica mondiale come la regina Elisabetta nel suo viaggio in Italia nel 2000. L’attuale proprietario racconta di aver comprato l’auto dalla Fiat poco dopo la morte dell’Avvocato. Egli racconta pure che la famiglia all’epoca cercò di ricomprarla ma un’offerta ufficiale non fu mai fatta. A pochi giorni dall’annuncio di Fiat Chrysler che Lancia dice addio alla Germania l’asta deserta di questo cimelio rappresenta per qualcuno la fine di un epoca.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler, Lancia