Sport Bonus: Pubblicato l’elenco dei soggetti ammessi alla procedura del beneficio fiscale

Si tratta del bonus per le erogazioni liberali per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.

di , pubblicato il
Si tratta del bonus per le erogazioni liberali per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.

Pubblicato, sul sito del dipartimento dello sport, l’elenco dei soggetti, identificati con il numero seriale, che possono effettuare, ai sensi di quanto previsto dalla normativa, erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici o per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus sport

Ci riferiamo al bonus per le erogazioni liberali per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.

Il credito d’imposta assegnato deve essere ripartito in tre quote annuali di pari importo, ma esistono ulteriori limiti in base al tipo di contribuente. In particolare:

  • alle persone fisiche e agli enti non commerciali il credito viene riconosciuto nel limite del 20 per cento del reddito imponibile, e ai soggetti titolari di reddito d’impresa nel limite del 10 per mille dei ricavi annui ed è ripartito in tre quote annuali di pari importo;
  • per i soggetti titolari di reddito d’impresa il credito d’imposta è utilizzabile, nel limite complessivo di 13,2 milioni di euro, tramite compensazione ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e non rileva ai fini delle imposte sui redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive.

La richiesta di accesso all’agevolazione doveva essere presentata entro il 28 novembre 2020.

Il dipartimento per lo sport, in questi giorni, ha pubblicato sul proprio sito l’elenco delle persone fisiche, degli enti non commerciali e delle imprese che possono effettuare l’erogazione liberale in denaro.

I prossimi passi

Le imprese, gli enti non commerciali e le persone fisiche devono effettuare le erogazioni liberali entro il 3 dicembre 2020 tramite bonifico bancario, bollettino postale, carte di debito, carte di credito e prepagate, assegni bancari e circolari.

Entro il 10 dicembre 2020 gli enti beneficiari delle erogazioni liberali, devono dare comunicazione al Dipartimento per lo sport dell’avvenuto versamento in denaro, compilando l’apposito modulo ed inviandolo per PEC a: [email protected] specificando nell’oggetto del messaggio: “Sport bonus 2020 – comunicazione avvenuto versamento numero seriale”.

L’iter si chiuderà con la pubblicazione dell’elenco definitivo di coloro che potranno utilizzare il bonus, spendibile, ricordiamo, dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione della lista. L’ufficio dello Sport comunica all’Agenzia delle entrate l’elenco dei beneficiari e l’importo riconosciuto a ognuno come credito di imposta.

Articoli correlati

Bonus 800 euro di dicembre per i lavoratori dello sport. Come fare richiesta?

Bonus 500 euro: sono tante le offerte presentate dagli operatori, ma non tutte vengono approvate

Il negozio può rifiutare il bonus bici? Torna lo spettro del bonus vacanze

Argomenti: ,