Il bonus psicologo non è per tutti: ecco i requisiti completi

L’importo del bonus psicologo sarà parametrato in base all’isee del richiedente e comunque entro un certo tetto massimo.

di , pubblicato il
L’importo del bonus psicologo sarà parametrato in base all’isee del richiedente e comunque entro un certo tetto massimo.

Il bonus psicologo per disturbi legati all’emergenza sanitaria del coronavirus e alle relative politiche di contenimento adottate dal nostro paese è finalmente realtà. Dopo la bocciatura in legge di bilancio 2022, per una mera questione di risorse, la misura è stata riproposta e approvata nel decreto Milleproroghe.
Rispetto alla sua prima versione, il bonus psicologo prevede alcuni limiti di accesso un po’ più stringerti, in particolare per quanto riguarda il tetto Isee oltre il quale non sarà possibile farne richiesta. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus psicologo, cos’è e a chi spetta?

Dopo la bocciatura in Legge di Bilancio 2022, il bonus psicologo è stato riproposto con un emendamento al decreto milleproroghe.
Le risorse destinate a tale scopo sono pari a 20 milioni di euro. Di questi:

  • 10 milioni saranno destinati al potenziamento delle strutture del Servizio sanitario;
  • 10 milioni per il bonus psicologico vero e proprio.

Quest’ultimo, sostanzialmente, consiste in un voucher fino a 600 euro a favore dei soggetti che, a causa dell’emergenza sanitaria del coronavirus e alle relative politiche di contenimento adottate dal nostro paese, soffrono di un qualche disturbo mentale e che, dunque, necessitano delle cure di uno specialista.

Il contributo non è per tutti, ecco i requisiti

Come già detto, il bonus psicologo consiste in un voucher fino a un massimo di 600 euro destinato a tutti quei soggetti che stanno soffrendo di un qualche disturbo mentale e che necessitano delle cure di uno specialista. Il contributo servirà a pagare le sedute da psicologi e psicoterapeuti privati.
L’importo del bonus sarà parametrato in base all’isee del richiedente, fino ad un tetto massimo di 50 mila euro. In altre parole, non sarà possibile farne richiesta se il reddito del soggetto supera tale soglia.


Le modalità di presentazione della domanda di accesso al contributo e le relative istruzioni saranno stabiliti con un successivo decreto del ministero della Salute, adottato di concerto con il ministero dell’Economia e delle finanze.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,