Contro i furbetti del Bonus Cashback, potrebbe venire introdotta la soglia minima dei pagamenti

Una soglia minima dei pagamenti, al di sotto della quale le transazioni non verrebbero conteggiate ai vini del Super Bonus Cashback.

di , pubblicato il
soldi del cashback spostati ai ristori

Ancora novità in merito al super bonus cashback, che riguardano, in particolare, i cosiddetti furbetti delle micro-transazioni.

In questi giorni, si è tanto parlato della possibilità di sospendere il programma in attesa della messa a punto di un nuovo algoritmo capace di bloccare questo fenomeno.

Un’altra soluzione, meno drastica, è stata appena proposta dalla deputata Laura Cavandoli della Lega, la quale avanza l’introduzione della soglia minima dei pagamenti. In questo modo, le micro-transazioni non verrebbero conteggiate ai fini del super premio che, lo ricordiamo, può valere fino a 3.000 euro l’anno.

Chi sono i furbetti del Bonus Cashback?

È da un po’ di tempo, ormai, che stiamo parlando del fenomeno dei furbetti del bonus cashback.

Si tratta di quei soggetti che, sfruttando alcune “falle” di questa misura, riescono ad ottenere un maggior rimborso o, addirittura, a scalare la classifica del super bonus cahsback per ottenere un premio fino a 3000 euro l’anno.

Il metodo classico utilizzato dai “furbetti” è quello di frazionare (qualora possibile) un unico acquisto attraverso più di una transazione.

Operazioni del tutto legali, ma che per gli esercenti possono rappresentare delle vere e proprie stangate, per via delle commissioni stellari che si ritrovano a dover pagare.

Introduzione della soglia minima di transazioni

Secondo le ultime indiscrezioni, nell’attesa di mettere a punto un nuovo algoritmo che possa scovare i furbetti delle microtransazioni, il premio del super bonus cashabck potrebbe essere sospeso. Anche per tutto il 2021.

Di recente, però, la deputata Laura Cavandoli della Lega ha avanzato una proposta anti-furbetti, sicuramente meno drastica. La Cavandoli, in particolare, propone l’introduzione della soglia minima dei pagamenti, al di sotto della quale le transazioni non verrebbero conteggiate ai vini del super premio.

Ad ogni modo, alcune forze parlamentari, anche di maggioranza, vorrebbero utilizzare le risorse di questo bonus per sostenere i nuovi ristori. Ad oggi, dunque, non si può escludere un completo stravolgimento dello stesso piano cashback.

Articoli correlati

Argomenti: ,