Bonus Covid, Sport e Salute prosegue con le erogazioni delle indennità

Sport e Salute S.p.A. ha autorizzato il pagamento di 23.392 indennità (Bonus 600 euro e Bonus 800 euro) per oltre 18 milioni di euro.

di , pubblicato il
Sport e Salute S.p.A. ha autorizzato il pagamento di 23.392 indennità (Bonus 600 euro e Bonus 800 euro) per oltre 18 milioni di euro.

In attesa dell’emanazione del Decreto ristori, il quale, fra i tanti provvedimenti, dovrebbe prevedere anche una nuova indennità a favore dei lavoratori dello sport, vanno avanti i pagamenti dei bonus dei mesi precedenti.

Sport e salute, con un recente comunicato pubblicato sul proprio sito web, ha reso noto che in questi ultimi giorni è stato disposto il pagamento dell’indennità per 9.420 collaboratori. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Continuano i pagamenti dei bonus sport

Come già detto, sport e salute in questi giorni sta provvedendo al pagamento dei bonus 800 euro e 600 euro in favore dei collaboratori sportivi. Indennità che, per cause diverse, non sono state pagate con puntualità.

La stessa società ha comunicato che, in questi giorni, è stato disposto il pagamento dell’indennità per 9.420 collaboratori. In particolare:

  • il pagamento dell’indennità di euro 800 ai 6.195 collaboratori;
  • il pagamento dell’indennità di euro 600 ai 3.225 collaboratori.

I motivi dei ritardi

Senza entrare troppo nel dettaglio, spiega sport e salute spa, nella maggior parte dei casi, a non essere stati pagati con puntualità sono stati quei soggetti che hanno confermato di avere i requisiti per l’indennità di dicembre 2020 con ritardo.

Infine, la stessa società ha precisato che l’INPS ha comunicato il nominativo di altri 6.392 richiedenti l’indennità di Sport e Salute per i mesi di novembre e dicembre 2020, cui l’INPS stesso ha già erogato l’indennità rientrante nell’ambito dell’articolo 27 del decreto-legge Cura Italia.

Articoli correlati

Argomenti: ,