Il coronavirus colpisce anche fegato e reni, il nuovo studio

Il covid 19 colpisce anche i reni e il fegato, così come la milza e il midollo osseo secondo uno studio.

di , pubblicato il
Coronavirus non sparirà mai

Il coronavirus non colpisce solo il cuore e i polmoni, ma abbiamo visto che causa anche altri sintomi come la parosmia e problemi al cervello, legati alla difficoltà di scrittura e parola. Secondo una nuova ricerca a cui ha collaborato anche lo Spallanzani di Roma con il Dipartimento di malattie infettive dello University College di Londra, e pubblicato sul The Journal of Infectious Diseases, il coronavirus colpisce anche il fegato, reni, milza e midollo. 

Vedi anche: Coronavirus e sintomi strani: spuntano difficoltà a scrivere e di parola

Non solo cuore e polmoni ma anche reni, fegato e milza

La ricerca si è basata sull’autopsia effettuata in alcuni pazienti deceduti a causa del covid, in particolare per insufficienza cardio-respiratoria provocata dal danno polmonare e microvascolare o trombosi. Oltre che danni a questi organi, però, la ricerca ha scoperto che il virus aveva colpito anche fegato, reni, milza e midollo osseo.

Circa 18 pazienti con età media di 76 anni sottoposti ad esame post mortem presentavano una o più patologie come ipertensione, patologie cardiache, diabete, tumore, malattie renali o respiratorie mentre altri 4 pazienti con età media di 48 anni e mezzo, non avevano nessuna malattia.

Serviranno approfondimenti

In seguito all’autopsia, dunque, era emerso che alcuni organi analizzati presentavano alterazioni, aumenti di volume con ispessimento pleurico oltre ad incremento e peso e ipertrofia dei ventricoli destri e sinistri del cuore. Nei pazienti che non soffrivano di alcuna patologia, era stata trovata traccia di pericardite, circa il 30% dei pazienti presentava lesioni ai reni o al fegato, anche nel caso di pazienti sani appunto.

La milza, invece, appariva ridotta di volume mentre il midollo osseo si presentava ricco di adipociti.

Ovviamente serviranno ricerche approfondite per vedere se queste lesioni trovate sono un effetto del virus o rappresentano una risposta infiammatoria del sistema immunitario.

Vedi anche: I Vip che hanno contratto il coronavirus: ecco chi sono

[email protected]

Argomenti: , ,