Spedizione raccomandata: non tutto si può inviare, ecco cosa

Non tutto può essere spedito con la raccomandata: ecco cosa è consentito spedire e cosa invece no.

Patrizia Del Pidio

raccomandata

La raccomandata, così come specificato anche da Poste Italiane, è lo strumento di spedizione più sicuro ma per spedire cose di valore non è indicato essendoci metodi più efficienti.

Spedizione posta raccomandata: cosa è possibile spedire?

Con la raccomandata è consigliabile spedire figli di carta, missive, lettere, documenti nel rispetto del peso massimo fissato a 2 chilogrammi. Se si supera questo limite di pesa, infatti, è necessario spedire il plico tramite pacco e lo stesso discorso vale anche se si volessero spedire oggetti che non siano fogli di carta.

Con la spedizione raccomandata non possono essere spediti denaro o oggetti di valore o carte esigibili al portatore. Se la busta, contenente materiale prezioso, viene smarrita, infatti, non sarà dovuto alcun risarcimento al destinatario.

Con la spedizione raccomandata non possono essere spediti oggerri esplosivi, infiammabili o che possano arrecare danno alle persone (come ad esempio oggetti che includo all’interno batterie al litio).

Spedizione denaro o oggetti preziosi

Se si necessita di spedire denaro o oggetti di valore importante, fino a 2 Kg di peso, lo strumento ideale, invece della spedizione raccomandata, è la Posta assicurata. Assicurare la spedizione significa poter contare sul risarcimento di quanto contenuto nel plico fino a 3000 euro in caso di furti, smarrimenti o rischi di forza maggiore ed essere sicuri che la spedizione avverrà sicuramente entro in 4 giorni lavorativi al destinatario della spedizione. In caso si mancata consegna, inoltre, la spedizione verrà restituita al mittente e potrà, in ogni caso, essere monitorata con il servizio Cerca Spedizioni di Poste Italiane.

Sullo stesso argomento puoi leggere anche:

Raccomandata senza busta: come avviene e chi tutela la raccomandata in foglio

Avviso raccomandata: ecco come capire da chi arriva prima di ritirare la missiva

Raccomandata consegnata in ritardo: quando si ha diritto all’indennizzo?

Commenta la notizia




SULLO STESSO TEMA

Send this to friend