Reddito di Cittadinanza, cresce il numero di percettori. Marzo da record

A marzo, 1,1 milioni di nuclei hanno precipito il Reddito di Cittadinanza o la pensione di cittadinanza. 2,6 milioni le persone coinvolte.

di , pubblicato il
A marzo, 1,1 milioni di nuclei hanno precipito il Reddito di Cittadinanza o la pensione di cittadinanza. 2,6 milioni le persone coinvolte.

Dopo la fisiologica flessione di febbraio, dovuta ai ritardi della presentazione della nuova DSU, a marzo torna a crescere il numero dei nuclei familiari beneficiari del Reddito di Cittadinanza (RdC) o della Pensione di Cittadinanza (PdC). È quanto reso noto dall’INPS, con un comunicato stampa del 27 aprile 2021. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza,  a marzo cresce il numero dei beneficiari

Secondo quanto reso noto dall’INPS, con un comunicato stampa del 27 aprile, nel mese di marzo 2021, i nuclei percettori di reddito di cittadinanza sono stati circa un milione, mentre i percettori di pensione di cittadinanza sono stati 92 mila.
Si tratta, dunque, di un totale di 1,1 milioni di nuclei pari a circa 2,6 milioni di persone coinvolte.

Distribuzione per aree geografiche, il sud Italia tra i maggiori beneficiari

Da quanto emerge dal comunicato dell’INPS, il maggior numero di percettori del sussidio si trova nelle regioni del sud Italia. In particolare, ci sono:

  • 1,8 milioni di percettori nelle regioni del Sud;
  • 452 mila nelle regioni del Nord;
  • 334 mila in quelle del Centro.

La regione con il maggior numero di nuclei precettori di Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza è la Campania con ben il 22% delle prestazioni erogate, seguita dalla Sicilia con il 20%, dal Lazio con il 10% e dalla Puglia con il 9%: soltanto in queste quattro regioni risiede il 61% dei nuclei beneficiari di questo sussidio.

 

Reddito di cittadinanza, articoli correlati

Argomenti: ,