Reddito di cittadinanza, cresce ancora il numero di percettori

Rispetto al mese di aprile 2020, c’è stato un incremento del numero dei percettori di reddito di cittadinanza pari al 14%.

di , pubblicato il
Rispetto al mese di aprile 2020, c’è stato un incremento del numero dei percettori di reddito di cittadinanza pari al 14%.

I nuclei familiari percettori di Reddito di Cittadinanza (RdC), nel mese di aprile 2021, sono stati 1,1 milioni, mentre i percettori di Pensione di Cittadinanza (PdC) sono stati 109 mila, per un totale di 1,2 milioni di nuclei, pari a 2,8 milioni di persone coinvolte. Lo ha reso noto l’Inps, con un comunicato stampa 19 maggio 2021.

Rispetto al mese di aprile 2020, si legge nel comunicato, c’è stato un incremento del numero dei percettori di reddito di cittadinanza pari al 14%, mentre rispetto al mese di marzo 2021 si rileva una variazione minima.

Reddito di cittadinanza, distribuzione per macro aree geografiche

Sempre nel mese di aprile, la distribuzione per macro aree geografiche vede 1,9 milioni di persone coinvolte nelle regioni del Sud e Isole, 509 mila nelle regioni del Nord e 372 mila in quelle del Centro.

La regione con il maggior numero di percettori del sussidio è la Campania con 692 mila individui, seguita da:

  • Sicilia con 556 mila;
  • Puglia con 265 mila;
  • Lazio con 240 mila.

L’importo medio erogato a livello nazionale è di 557 euro, con una media di 586 euro per il reddito di cittadinanza e di 266 euro per la pensione di cittadinanza.

Tali prestazioni sono erogate:

  • per l’86,1% a cittadini italiani;
  • per il 9,2% a cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno;
  • per il 4% a cittadini europei;
  • per lo 0,7%, infine, a familiari di tutti i casi precedenti.

 

Reddito di cittadinanza, Guide e articoli correlati

Argomenti: ,