Pensione anticipata lavoro gravoso marittimo, 63 anni disoccupato con contratto a termine

Pensione anticipata lavoratore marittimo, con 63 anni e 39 anni di contributi, disoccupato con contratto a termine, cosa fare? | La Redazione risponde.

di , pubblicato il
pensione anticipata settore marittimo a 58 anni

Pensione anticipata lavoro gravoso marittimo, ci sono pervenuti quesiti per questa categoria di lavoratori. Nella nuova legge di Bilancio 2018, in riferimento alla riforma pensione, è stato previsto l’allargamento delle categorie dei lavoratori gravosi. Da 11 categorie di lavoratori che svolgono lavori gravosi previsti dall’Ape sociale sono stati aggiunti i lavoratori marittimi, i pescatori, gli operai agricoli e quelli siderurgici (di seconda fusione).

Lavoro gravoso: elenco delle 15 categorie

Queste 15 categorie sono esentate dall’innalzamento dell’età della pensione, il requisito richiesto è di 36 anni di contributi e quello di aver svolto lavori gravosi per 6 anni negli ultimi 7.

Le categorie di lavori gravosi previste per accedere all’Ape sociale sono:

  • operai dell’industria estrattiva;
  • dell’edilizia e della manutenzione degli edifici;
  • conduttori di gru o di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni;
  • conciatori di pelli e pellicce;
  • conduttori di convogli ferroviari e personale viaggiante;
  • conduttori di mezzi pesanti e camion;
  • personale delle professioni sanitarie infermieristiche ed ostetriche ospedaliere con lavoro organizzato in turni:
  • addetti all’assistenza personale di persone in condizioni di non autosufficienza;
  • insegnanti della scuola dell’infanzia ed educatori degli asili nido;
  • facchini e addetti allo spostamento merci;
  • personale non qualificato addetto ai servizi di pulizia, operatori ecologici e altri raccoglitori e separatori di rifiuti;
  • operai agricoli;
  • marittimi;
  • pescatori;
  • operai siderurgici di seconda fusione.

Pensione anticipata lavoro gravoso marittimo

Analizziamo due quesiti pervenuti:

Buongiorno, sono un marittimo, ad Agosto di quest’ anno compio 63 anni, 39 di contributi marittimi. Non riesco a capire il meccanismo per i lavori gravosi dei 7 anni negli ultimi 10 anni. Questi 7 anni devono essere di lavoro effettivo o si possono aggiungere i prolungamenti che noi marittimi usufruiamo? Inoltre come nel mio caso, da ottobre 2017 sono stato licenziato con contratto a tempo determinato. Posso usufruire dell’ape social?
Distinti Saluti.

Buongiorno, ad agosto di quest’anno compio 63 anni con quasi 41 anni di contributi, essendo marittimo penso di far parte dei lavoratori gravosi . Vorrei chiedere come è in qual modo potrei andare in pensione.
Ringraziando resto in attesa di una Vs risposta in merito.

Risposta

L’INPS specifica che i dipendenti che svolgono o abbiano svolto da almeno sei anni in via continuativa una o più delle attività lavorative di seguito elencate e meglio descritte nell’allegato A del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 maggio 2017, n.

88.

Tali attività lavorative si intendono svolte in via continuativa quando non ci siano state interruzioni nei sei mesi precedenti dal momento della decorrenza della pensione anticipata APE Sociale il periodo è di 12 mesi, con la condizione che il lavoro sia stato svolto nel  settimo anno precedente la decorrenza.

In riferimento alle agevolazioni dei marittimi, l’Inps non ha ancora emanato le specifiche tecniche che permettono a questi lavoratori di accedere all’APE Sociale, quindi, per il momento non ci sono informazioni adeguate.

E’ da considerare che nella categoria dei lavori usuranti, il beneficio non è cumulabile con il meccanismo di prolungamento dei periodi lavorativi previsto dalla legge n. 413/1984 per i lavoratori marittimi.

Pensione anticipata lavoro gravoso con contratto a termine

In riferimento al licenziamento a scadenza contratto, l’APe social prima era riconosciuta ai disoccupati solo nel caso in cui abbiano perso il lavoro per licenziamento o dimissioni per giusta causa, mentre – malgrado le richieste in questo senso arrivate anche dai sindacati – non è utilizzabile da chi resta senza lavoro per scadenza di un contratto a termine.

La Legge di Bilancio 2018 porta una parziale apertura alla platea di beneficiari dell’anticipo pensionistico con Ape Sociale concedendo l’accesso anche ai disoccupati per scadenza naturale di un contratto a termine.

L’Ape sociale, quindi, si apre anche per i disoccupati a seguito di scadenza naturale di un contratto a termine grazie all’articolo 1 comma 162 della Legge di Bilancio.

Si cerca, in questo modo, di porre rimedio per i lavoratori disoccupati non a causa di licenziamento ma a causa di cessazione naturale del contratto di lavoro a termine che fino ad oggi erano rimasti al di fuori della tutela offerta dagli anticipi pensionistici.

Consigliamo di leggere: Ape sociale per disoccupazione da fine contratto: ecco le novità delle Legge di Bilancio 2018

Conclusioni

Per poter andare in pensione con Ape Sociale lavoro gravoso marittimo, bisogna attendere che l’INPS aggiorni le procedure e i modelli e pubblichi le circolari con tutte le disposizioni.

Si spera che il tutto avvenga a breve, nel frattempo lei potrebbe far controllare la sua posizione contributiva presso un patronato e chiedere di verificare tutte le opportune alternative.

Ricordiamo che i marittimi possono usufruire di particolari agevolazioni a livello pensionistico, consigliamo di leggere l’articolo: Pensione lavoratore marittimo, tutte le agevolazioni previste dall’INPS

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Argomenti: , , , ,