Cessione del Quinto dello Stipendio/Pensione: cosa è? Scopriamo i nuovi Tassi

Cessione del Quinto dello Stipendio e della Pensione, aggiornati i tassi del terzo trimestre 2020. Vediamo meglio di cosa si tratta.

di , pubblicato il
Cessione del Quinto dello Stipendio e della Pensione, aggiornati i tassi del terzo trimestre 2020. Vediamo meglio di cosa si tratta.

L’Inps, con il messaggio n. 2799 del 14 luglio 2020: “Cessione del quinto delle pensioni. Decreto n. 50764 del 25 giugno 2020 del Ministero dell’Economia e delle finanze. Aggiornamento tassi per il terzo trimestre 2020”, comunica l’aggiornamento dei tassi per i prestiti con cessione del quinto dello stipendio o pensione per il periodo che va dal 1° luglio 2020 al 31 settembre 2020 (terzo trimestre 2020).

 

Cessione del Quinto dello Stipendio / Pensione

La cessione del quinto dello stipendio o della pemsione è un particolare tipo di prestito personale, destinato a lavoratori dipendenti e pensionati.

Tecnicamente si tratta di una forma di credito non finalizzato e, in quanto tale, può essere richiesto per bisogni personali come l’acquisto di un’auto, di un televisore, ecc.

Questo tipo di finanziamento prevede l’obbligo di un’assicurazione per garantire il pagamento del debito residuo in caso di perdita del lavoro o di decesso del titolare.

Chi richiede la cessione del quinto ha tutte le tutele e i diritti previsti dal credito ai consumatori qualunque sia l’importo del finanziamento

La cessione del quinto ti permette di restituire la somma avuta in prestito cedendo al finanziatore fino a un quinto della pensione o dello stipendio.

È il datore di lavoro o l’ente previdenziale che trattiene la rata dallo stipendio o dalla pensione e la versa al finanziatore.

 

Chi può farne richiesta?

I requisiti richiesti per accedere a questa forma di credito personale sono:

Per i dipendenti:

  • contratto a tempo indeterminato
  • residenza italiana
  • età compresa tra 18 e 63 anni
  • assicurabilità dell’azienda se si è dipendenti di un’azienda privata.

Per i pensionati:

  • età non superiore ai 90 anni al momento della scadenza del finanziamento (spesso le società limitano a 85 anni);
  • pensione con un importo minimo (quello stabilito annualmente per legge) al netto della quota cedibile.

 

Ammontare e costi del credito

La somma massima del prestito viene stabilita sulla base dell’importo dello stipendio o della pensione.

La durata del rimborso va da un minimo di 2 anni a un massimo di 10 anni.

Il costo della cessione del quinto dipende da molteplici fattori: somma erogata, gli interessi, le spese di istruttoria, le spese di incasso rata, il costo di comunicazione, le imposte e la copertura assicurativa obbligatoria.

 

Leggi anche: “Piccoli prestiti da 25 mila euro: più convenienti con le nuove regole”.

 

Nuovi tassi d’interesse terzo trimestre 2020

L’Inps con il messaggio sopra citato comunica che “Con il decreto n. 50764 del 25 giugno 2020 il Ministero dell’Economia e delle finanze – Dipartimento del Tesoro ha indicato i tassi effettivi globali medi (TEGM) praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari – determinati ai sensi dell’articolo 2, comma 1, della legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni in materia di usura, come modificato dal decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 2011, n. 106 – rilevati dalla Banca d’Italia e in vigore per il periodo 1° luglio 2020 – 30 settembre 2020”.

 

Per i prestiti da estinguersi dietro cessione del quinto dello stipendio e della pensione, il valore dei tassi da applicarsi sono stati riportati nel messaggio n. 2799 del 14 luglio 2020 dell’Inps.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: ,