Bonus Rubinetti, il pagamento tramite bonifico è obbligatorio?

Ai fini del riconoscimento del bonus rubinetti, le spese sostenute devono necessariamente essere pagate tramite bonifico parlante?

di , pubblicato il
Bonus mille euro senza ISEE: tutto quello che c'è da sapere sul bonus idrico

Il 27 settembre è stato firmato dal ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani il decreto ministeriale che individua i soggetti beneficiari e definisce i criteri per l’ammissione al cosiddetto Bonus Rubinetti.

In una delle tante risposte alle domande frequenti (Faq) pubblicate sul sito del Ministero della Transizione Ecologica (MITE) ci si è chiede se per usufruire del bonus rubinetti è necessario pagare la ditta che esegue i lavori solamente con bonifico bancario o anche con altri mezzi di pagamento. Ecco la risposta del Mite.

Bonus Rubinetti, cos’è e a chi spetta?

Il bonus rubinetti consiste in uno sconto a favore dei proprietari di immobili o titolari di altri diritti reali, per interventi di efficientamento idrico.

A ciascun beneficiario è riconosciuto un bonus nel limite massimo di 1.000 euro per le spese sostenute tra il 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

Per ottenere il rimborso, i beneficiari dovranno presentare l’apposita domanda sulla piattaforma che il Ministero della Transizione Ecologica metterà a disposizione solamente a gennaio. L’autenticazione potrà essere fatta attraverso il sistema pubblico di identità digitale (Spid), oppure tramite Carta d’Identità Elettronica (Cie).

Il pagamento tramite bonifico è obbligatorio?

All’istanza di rimborso, spiega il Ministero della Transizione Ecologica (MITE), deve essere allegata copia della fattura elettronica o del documento commerciale in cui è riportato il codice fiscale del soggetto richiedente il credito. Per i soggetti non tenuti a rimettere fattura elettronica, si considera valida anche l’emissione di una fattura o di un documento commerciale, attestante l’acquisto del bene, copia del versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento elettronici. Dunque, ai fini del riconoscimento del bonus rubinetti sono validi anche i pagamenti mediante:

  • carta di credito, debito e prepagate
  • assegni (anche circolari)
  • altri strumenti di pagamento tracciabili.

In altre parole, non è ammessa solamente la spesa pagata in contanti.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,