Bonus 150 euro a Natale, ora è ufficiale: ecco il regolamento nel decreto per il cashback (e il premio da 1500 euro)

Un bonus di 150 euro a Natale: il cashback in Gazzetta Ufficiale. Come funziona la sperimentazione

di , pubblicato il
bonus-natale

Tra fake news sui bonus di Natale, arriva una prima conferma: il bonus di 150 euro (soglia massima) per chi fa acquisti a dicembre con la carta. Il provvedimento per il cd bonus cashback è stato pubblicato in Gazzatta Ufficiale ed è pronto a debuttare in via sperimentale per le festività. Confermato anche il premio per chi fa più pagamenti con la carta: si possono vincere 1500 euro.

A dicembre sperimenteremo il bonus cashback

Tante le incertezze su queste feste: che Natale sarà? Mentre al Governo decidono sulle restrizioni da confermare, arriva il decreto ufficiale del bonus caschback. Tutto pronto per la sperimentazione di dicembre (anche se resta da capire con che orari i negozi saranno aperti rispettivamente nelle regioni gialle, arancioni e rosse per garantire a tutti la possibilità di fare i regali di Natale con la carta di credito di persona visto che gli acquisti online restano esclusi dal bonus cashback).

Non si pagheranno tasse sul bonus e premio cashback.

Quando si iniziano ad accumulare punti per il cashback?

Sicuramente l’idea della sperimentazione è quella di spingere gli acquisti nei negozi a Natale. Manca però ancora la data di debutto ufficiale: molti ritengono che si partirà l’8 dicembre ma dipende dalle tempistiche delle convenzioni con la Consap e la società PagoPa.

Sono invece già noti gli importi di spesa e i relativi tetti di rimborso:

  • il bonus viene accreditato dopo 10 pagamenti con carta;
  • per ogni transazione viene restituito il 10% ma comunque non più di 15 euro ad operazione (anche se superiore a 150 euro dunque);
  • confermato il super cashback di 1500 euro per i 100 mila consumatori che eseguono più operazioni nell’arco di tempo considerato.

La sperimentazione scade il 31 dicembre 2020.

Quando arriveranno bonus e premio

Il decreto prevede i primi rimborsi entro febbraio, specificando che spetteranno “esclusivamente gli aderenti che abbiano effettuato un numero minimo di 10 transazioni regolate con strumenti di pagamento elettronici”.

Il piano cashback vero e proprio entrerà a regime a gennaio. Il 2021, e così i prossimi anni, sarà diviso in semestri (dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021; dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021 e così via). Dopo la fase di sperimentazione, il numero minimo di operazioni effettuate con la carta per partecipare salirà a 50. Il rimborso sarà accreditato nei due mesi successivi alla scadenza: dunque rispettivamente ad agosto 2021, febbraio e agosto 2022 etc a seguire con queste scadenze. Il contribuente dovrà specificare l’IBAN (al momento della registrazione sull’APP IO) di modo da ricevere l’accredito diretto del bonus sul conto corrente.

Argomenti: , ,