TFS senza anticipo, con quota 100 quando è possibile prenderlo?

Il TFS senza anticipo è possibile a partire da quale data, se vado in pensione con quota 100 a novembre? Ecco la risposta a una nostra lettrice sulla base dei dati indicati.

di , pubblicato il
Il TFS senza anticipo è possibile a partire da quale data, se vado in pensione con quota 100 a novembre? Ecco la risposta a una nostra lettrice sulla base dei dati indicati.

Buongiorno, ho fatto domanda di quota 100 con decorrenza 01.11.2019 data in cui avrò 63 anni e 3 mesi di età e 41 anni e due mesi di servizio. Sono donna, quando prenderei il TFS senza che ricorri al prestito? Grazie!

Gentile lettrice,

rispondiamo anche a Lei, così come ai precedenti lettori che ci hanno posto quesiti molto simili. Il TFS, vale a dire il Trattamento di Fine Rapporto per i dipendenti statali, viene erogato dopo 12 mesi il raggiungimento dei requisiti per andare in pensione di vecchiaia (67 anni di età) o dopo 24 mesi il raggiungimento dei requisiti maturati con la legge Fornero, introdotta a partire dal 2012.

Lei avrebbe maturato il diritto alla pensione di vecchiaia a 67 anni, vale a dire tra circa 4 anni, mentre con la legge Fornero sarebbe potuta uscire dal lavoro in anticipo, con 41 anni e 10 mesi di contributi. Con quota 100, la tempistica per l’erogazione del TFS viene legata al raggiungimento di uno dei due requisiti appena esposti.

Pensione con quota 100 dipendenti statali: a quando l’anticipo del TFS?

Nel suo caso, è evidente che sarebbe potuta andare in pensione già tra un anno, vale a dire a decorrere dal luglio 2020, mese in cui avrebbe maturato 41 anni e 10 mesi di contributi, validi per la Fornero. Da quella data, scatteranno 24 mesi, decorsi i quali le dovrà essere erogato il TFS. Per quanto detto, ciò avverrà dal luglio 2022, esattamente tra 3 anni. Veda Lei se sia il caso di richiedere l’anticipo tramite una delle banche aderenti, la cui lista non è stata ancora pubblicata. Le ricordiamo che sarebbe un’opzione a titolo oneroso, con interessi annuali sulle somme percepite (fino a 45.000 euro) prossimi al 2%, stando ai dati di giugno, ma che certamente risulteranno in calo già con l’aggiornamento del Rendistato di luglio, a cui saranno legate le condizioni delle domande eventualmente effettuate in agosto, sempre che l’elenco delle banche aderenti all’accordo tra governo e Abi sia stato per allora pubblicato.

Anticipo TFS dipendenti pubblici, elenco banche aderenti pronto? E quanto costa?

[email protected]

it 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,
>