Boom di compravendite di immobili, ma in quali città conviene investire?

Le compravendite di immobili nel secondo trimestre 2021 superano le 200 mila unità, con un tasso tendenziale annuo del +70%

di , pubblicato il
Come funziona il sistema di tassazione sugli immobili nel Regno Unito

Secondo le ultime Statistiche trimestrali, appena pubblicate dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle entrate, il settore immobiliare è finalmente in netta ripresa e supera anche i livelli del 2019. Ma quali sono state le città dove si è assistito ad un maggiore volume di compravendite di immobili?

Mercato immobiliare in netta ripresa

Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle entrate, le compravendite del settore residenziale nel secondo trimestre 2021 superano le 200 mila unità, con un tasso tendenziale annuo che va oltre il +70%.

Il confronto è positivo anche rispetto al 2019. Le abitazioni acquistate nel II semestre del 2021, infatti, superano di quasi 42 mila unità quelle compravendute nello stesso trimestre del 2019, (+26,1% in termini di variazione tendenziale).

Immobili, fanno meglio i comuni non capoluogo

La crescita del mercato immobiliare, nel secondo trimestre del 2021, è più marcata nei comuni non capoluogo (+81,6%, con circa 62 mila abitazioni compravendute in più rispetto al secondo trimestre del 2020 e +31,3%, con quasi 33 mila rispetto al secondo trimestre del 2019). Nei capoluoghi sono state vendute oltre 23 mila abitazioni in rispetto al secondo trimestre 2020 (+ 58%) e quasi 9 mila rispetto al secondo trimestre del 2019 (+16,1%).

La crescita riguarda tutte le aree geografiche del Paese. Il massimo rialzo si è avuto nei comuni non capoluogo delle Isole, dove gli scambi sono raddoppiati, e il minimo nei capoluoghi del Nord Est, con +47,7%. Anche nel confronto con il 2019 i tassi di crescita sono ovunque a doppia cifra, dal +14,6% nei capoluoghi del Nord Ovest e del Nord Est, al +34,2% nei non capoluoghi del Centro.

Il quadro nelle grandi città

I dati delle compravendite di immobili nel secondo trimestre del 2021 relativi alle otto principali città italiane evidenziano una variazione tendenziale annua ampiamente positiva, +54,6%, e +14% rispetto allo stesso periodo del 2019.

In particolare, rispetto al 2019, a Genova e a Roma si osservano i maggiori rialzi delle compravendite, rispettivamente pari a +32,7% e +19,4%. Firenze, Palermo e Torino registrano una crescita più moderata, seguono, con una crescita più moderata, Milano, Napoli e Bologna.

 

Articoli correlati

Argomenti: