Facebook spia le nostre conversazioni col microfono dello smartphone?

L'allarmante scoperta di uno youtubers infiamma il web, il social network userebbe il microfono del telefonino per spiarci, ma Facebook smentisce.

di Giovanni Reale, pubblicato il
L'allarmante scoperta di uno youtubers infiamma il web, il social network userebbe il microfono del telefonino per spiarci, ma Facebook smentisce.

E’ tornata in auge in queste ultime ore una notizia che qualche tempo fa fece il giro del web e che incendiò il web con conversazioni agguerrite su Reddit e non solo. Facebook spia le nostre conversazioni tramite il microfono dello smartphone per scopi pubblicitari al fine di carpire quali sono le nostre preferenze e presentarcele sul social nei link sponsorizzati. Questo il quadro svelato dallo youtubers Neville. Ma quanto c’è di vero?

Facebook ci spia, bufala o realtà?

Di tanto in tanto spunta l’inquietante scenario da Grande Fratello orwelliano con sensori spia inseriti nei nostri elettrodomestici. Tempo fa ricorderete si parlò tantissimo delle smart tv che spiano e registrano tutto quello che facciamo nella nostra casa tramite telecamera. Naturalmente, tale paranoia si era sviluppata ancor prima dell’avvento delle tv intelligenti, e nel mirino c’erano le cam dei pc. Il nuovo bersaglio invece ora sono i social. A giudicare dalla massiccia quantità di pubblicità presenti e dell’importanza che assume per lo sviluppo delle aziende, no è proprio campata in area come teoria cospirativa. Se poi uno youtuber riesce a confezionare l’argomento in modo credibile, allora il gioco è fatto e il panico è servito su di un piatto d’argento.

Secondo Neville, Facebook ci spia tramite il microfono dello smartphone per carpire quali sono i nostri interessi. Lo youtuber ha notato che, senza aver fatto alcuna ricerca su Google né su altri motori di ricerca, una parola chiave che aveva pronunciato negli ultimi giorni è comparsa come per magia tra le inserzioni di Facebook. Neville invita a fare tale esperimento, pronunciare per qualche giorno una key mai cercata prima per constatarne la veridicità della sua teoria.

Leggi anche: Facebook red envelope, in arrivo la funzione per pagamenti online

Facebook smentisce, ma a qualcuno il dubbio rimane

Come dicevamo, l’argomento ha infiammato i forum. Reddit, forse il più importante forum del web, non è stato certo a guardare, tanti i commenti per questo topic. I più hanno etichettato la scoperta di Neville come la bufala del momento, ricordando inoltre che forse non si era accorto di aver dato il consenso a Facebook di accedere al microfono del nostro smartphone. Attenzione, tale confutazione è comunque errata, dare il consenso di accedere al sensore del nostro smartphone quando siamo in chat non significa autorizzare a farsi spiare, anche quando non siamo loggati al social.

Naturalmente, c’è anche chi ha dato forte credito alle parole di Neville ed ha confermato che l’accaduto è capitato anche a loro. Ad ogni modo, pronta la risposta di Facebook che ha dichiarato, tramite il vicepresidente Rob Goldman, quanto segue: “Non usiamo e non abbiamo mai usato i vostri microfoni per la pubblicità. Semplicemente non è vero”.

Leggi anche: Facebook e gli easter egg, se scrivi queste parole spuntano simpatiche animazioni

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Facebook Messenger

I commenti sono chiusi.