5G in Italia, MISE: sperimentazione in cinque città, perché rivoluzionerà la nostra vita

Sperimentazione 5G in Italia: il bando MISE e perché non si tratta solo di un upgrade, ma di qualcosa che rivoluzionerà le nostre vite.

di Carlo Pallavicini, pubblicato il
Sperimentazione 5G in Italia: il bando MISE e perché non si tratta solo di un upgrade, ma di qualcosa che rivoluzionerà le nostre vite.

Il MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) ha reso noto l’inizio di una fase di sperimentazione in vista dell’upgrade alla rete 5G in Italia. Al momento, la fase sperimentale riguarderà soltanto cinque città italiane, all’area della città metropolitana di Milano a L’Aquila, passando per Prato, Matera e Bari. Al MWC 2017, la Eriksson ha mostrato una serie di funzionalità che si potranno attivare grazie al 5G che non rappresenta semplicemente un’evoluzione del 4G, ma qualcosa che potrebbe rivoluzionare in breve tempo la nostra vita. In questo senso, intendiamo analizzare il bando del MISE e cercare di capire in che modo la nostra quotidianità è destinata a trasformarsi.

Ecco iPhone 8, rumors: brevetto Apple su funzionalità riconoscimento facciale e news Realtà Aumentata.

Bando MISE per il 5G in Italia

Il MISE è convinto che l’arrivo del 5G in Italia potrà essere un’occasione fondamentale di sviluppo per il nostro paese. Non si tratta semplicemente di avere più velocità, densità, capacità e banda, ma di qualcosa che porterà a servizi innovativi che muteranno in profondità gli stili di vita, il modo di spostarsi nelle città, ma anche la maniera di organizzare la produzione per le imprese. Si tratta di un’innovazione che si pone in decisa discontinuità con il passato, con importanti potenzialità per quanto concerne l’ambito produttivo dei servizi e che sarà decisivo per la crescita del sistema economico italiano. Parole, forse, un po’ ‘esagerate’, ma è vero, come vedremo a breve, che le possibilità sono enormi.

Qui trovate che Samsung Galaxy S8 farà una cosa che iPhone non può e arrivano news su Bixby, risoluzione video e 6GB di RAM.

Intanto il MISE ha pubblicato un bando, affinché i più famosi operatori di telefonia mobile accettino la sfida e investano nel 5G in Italia; inoltre si cerca di coinvolgere, in questa fase sperimentale, anche soggetti terzi, capaci di sviluppare servizi che sfruttino la nuova connessione. Si cercano, dunque, connessione con le piccole e medie aziende locali, con enti di ricerca e università. Insomma, nelle cinque città elencate poco sopra vi sarà il 5G, ora sta alle aziende e università italiane accettare la sfida.

Ecco LG G6: prezzo ufficiale europeo, ‘economico’ e potente ma c’è qualche piccola pecca.

Quali sono le potenzialità del 5G?

Durante il Mobile World Congress 2017, la Eriksson, azienda leader nello sviluppo delle reti 5G, ha presentato una serie di documenti che raccontano le potenzialità del 5G. Dal punto di vista della produzione, si potrà organizzare e gestire una linea di assemblaggio industriale – praticamente una fabbrica 4.0 – in maniera tale da sovrintendere all’intero processo produttivo – fondamentale, dunque, gli investimenti in questa direzione. Ma i cambiamenti vi saranno anche nella vita quotidiana: la Eriksson ha mostrato come si potrà guidare un’automobile a distanza, o, per quanto concerne l’ambito medico, eseguire una visita a distanza mediante l’utilizzazione di uno speciale guanto che riproduce esattamente tutte le sensazioni tattili. Le reti 5G sono definite ‘intelligenti’: sapranno, infatti, risparmiare energia e presentare versatilità nell’ambito delle comunicazioni, grazie al cosiddetto ‘network slicing’. Queste sono soltanto le prime possibilità, ora sta alle aziende scoprire quanto altro ancora si potrà fare.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie, Nuove tecnologie

Leave a Reply