Calendario saldi invernali 2023 regione per regione

Ecco il calendario dei saldi invernali 2023 regione per regione: quando iniziano, quando finiscono e vademecum per fare buoni acquisti.

di , pubblicato il
Saldi invernali 2023: calendario date e nuove regole.

Il Black Friday e il Cyber Monday sono terminati anche se molte offerte a prezzi super vantaggiosi si potranno trovare fino a domani 30 novembre. C’è quindi chi pensa già a quando si potranno effettuare nuovi acquisti in super sconto e la buona notizia è che non si dovrà attendere molto.

I saldi invernali 2023, infatti, inizieranno a breve secondo quanto comunica il calendario regionale. La data di inizio sarà uguale ovunque (tranne in Sicilia) mentre quella di ritorno varierà a seconda della regione.

E così, chi non ha fatto in tempo a comperare l’articolo preferito con gli sconti del venerdì nero, potrà provare ad acquistarlo sempre scontato (qualora sia ancora disponibile) con i saldi.

I prezzi di ogni genere sono aumentati per cui, mai come in questo momento, tutti sono la ricerca di ogni modo possibile per risparmiare. Ecco allora il calendario e alcuni consigli per fare dei buoni acquisti.

Ecco le date di inizio e fine regione per regione

Il calendario dei saldi invernali 2023 è il seguente:
1.

Abruzzo: dal 5 gennaio al 6 Marzo 2023
2. Basilicata: giovedì 5 gennaio – 2 marzo
3. Provincia di Bolzano: dal 5 gennaio al 18 febbraio
4. Calabria: giovedì 5 gennaio – 28 febbraio
5. Campania: da giovedì 5 gennaio a domenica 2 aprile
6. Emilia Romagna: giovedì 5 gennaio – domenica 5 marzo
7. Friuli Venezia Giulia: giovedì 5 gennaio – venerdì 31 marzo
8. Lazio: 5 gennaio – 15 febbraio
9. Liguria: dal 5 gennaio al 18 febbraio
10. Lombardia: 5 gennaio – 5 marzo
11. Marche: sempre dal 5 gennaio ma fino all’ 1 di marzo
12. Molise: giovedì 5 gennaio – domenica 5 marzo
13. Piemonte: da giovedì 5 gennaio fino a martedì 28 febbraio
14. Puglia: dal giorno 5 gennaio al giorno 28 febbraio
15. Sardegna: giovedì 5 gennaio – domenica 5 marzo
16. Sicilia: 2 gennaio – mercoledì 15 marzo
17. Toscana: 5 gennaio – domenica 5 marzo
18. Provincia di Trento: dal 5 gennaio al 5 marzo
19. Umbria: dal 5 gennaio al 5 marzo
20.
Valle D’Aosta: 5 gennaio – 31 marzo
21. Veneto: giovedì 5 gennaio a martedì 28 febbraio.

Vademecum per fare buoni acquisti durante i saldi invernali

I saldi invernali 2023 partiranno quasi ovunque il 5 gennaio tranne in Sicilia dove la data di inizio sarà il 2 gennaio. Quali sono allora le regole per fare buoni acquisti? Il primo suggerimento è quello di controllare prima del 5 gennaio, il prezzo del prodotto che si intende acquistare. Così si capirà se quell’articolo è stato davvero scontato.

Prima di concedersi il lusso dello shopping, il secondo suggerimento sarà quello di controllare nell’armadio quello che si ha cosicché da evitare spese inutili. Si dovrà poi, nel caso di articoli acquistati nei negozi fisici, provare gli abiti. Il negoziante non è obbligato a far provare i capi ma sarebbe sempre meglio acquistare un prodotto, sicuri che ci stia bene.

Un altro suggerimento sarà quello di chiedere sempre quanto tempo si avrà a disposizione per cambiare il prodotto. Nel caso ci si accorga che esso non è conforme o difettato, il negoziante dovrà sostituirlo o ripararlo. Se ciò non sarà possibile, allora si potrà ottenere la restituzione del denaro speso o una riduzione del prezzo. Altroconsumo, l’associazione a difesa dei consumatori, comunica che la garanzia varrà anche per i prodotti in saldo e sarà di due anni. Sarà però necessario conservare lo scontrino e mostrarlo al momento giusto.

Nel caso in cui si paghi con il bancomat o la carta di credito, si avrà invece sempre la prova dell’acquisto. Infine, l’ultimo consiglio sarà quello di confrontare il cartellino del vecchio prezzo con quello ribassato. Nel caso in cui si abbiano dei dubbi su quest’ultimo, si dovranno chiedere chiarimenti al negoziante.

Tutte le regioni, ricordiamo, avranno l’obbligo di riportare il prezzo normale della vendita e quello di sconto. Nel caso in cui le regole non vengano rispettate, si potrà fare denuncia alla polizia.

[email protected]

Argomenti: ,