Volkswagen: dalla Svizzera richiesta di risarcimento da circa 6 mila clienti

Volkswagen: nuovi guai per la casa automobilistica di Wolfsburg dalla Svizzera arriva la notizia che circa 6 mila proprietari di auto diesel chiedono il risarcimento dei danni.

di , pubblicato il
Volkswagen

L’organizzazione svizzera di protezione dei consumatori SKS ha presentato un reclamo presso il tribunale commerciale di Zurigo per conto di circa 6 mila proprietari di auto Volkswagen per chiedere il risarcimento dei danni alla casa automobilistica di Wolfsburg e al concessionario svizzero di auto AMAG. Questa richiesta è stata posta a causa dello scandalo emissioni che ha coinvolto il gruppo tedesco, scandalo meglio conosciuto con il nome di “Dieselgate”. SKS ha affermato che i danni richiesti dovrebbero ammontare in media al 15 per cento del prezzo iniziale che i clienti hanno dovuto sborsare per il proprio veicolo.

Volkswagen: nuovi guai per la casa automobilistica di Wolfsburg dalla Svizzera arriva la notizia che circa 6 mila proprietari di auto diesel chiedono il risarcimento dei danni

“Le vetture vendute come ecologiche erano invece fin dall’inizio molto inquinanti. Questo è avvenuto a causa della manipolazione del sistema di scarico da parte dei tecnici della casa tedesca. Una situazione questa che ha fatto perdere a questi modelli ancora più valore rispetto al normale nel mercato delle auto usate”, ha dichiarato in una nota SKS (Stiftung fuer Konsumentenschutz). L’AMAG, che importa le automobili in Svizzera per conto di VW, ha dichiarato sul proprio sito web che non ha capito perché SKS ha presentato la domanda. Questo visto che i prezzi sul mercato delle auto usate diesel  di Volkswagen erano sullo stesso livello o addirittura superiori a quelli dei modelli concorrenti.

AMAG nega di avere avuto responsabilità sull’accaduto, da Wolfsburg per il momento nessun commento

AMAG ha pure dichiarato di non aver agito con l’intenzione di ingannare intenzionalmente i propri clienti. Per il momento sulla spinosa questione non sono arrivati da Volkswagen commenti. VW ha ammesso a settembre 2015 di aver installato intenzionalmente software segreti in centinaia di migliaia di auto diesel statunitensi. Questo sarebbe avvenuto per ingannare i test sulle emissioni di scarico e  far sembrare le auto più pulite di quanto fossero in realtà sulla strada. Sempre secondo i tedechi ben 11 milioni di veicoli  in tutto il mondo potrebbero avere un software simile installato.

Volkswagen

Volkswagen: nuovi guai per la casa automobilistica di Wolfsburg dalla Svizzera arriva la notizia che circa 6 mila proprietari di auto diesel chiedono il risarcimento dei danni

Leggi anche: Nuova Volkswagen Polo GTI: arriva nel primo trimestre del 2018, prezzo di listino 25.500 euro

Argomenti: