Reid Bigland denuncia Fiat Chrysler in USA

Fiat Chrysler: Reid Bigland ha denunciato il gruppo italo americano che lo avrebbe punito per aver collaborato con le autorità americane nelle indagini contro FCA

di , pubblicato il
Reid Bigland CEO Alfa Romeo

Reid Bigland, capo delle vendite negli Stati Uniti del marchio Ram per Fiat Chrysler Automobiles ha intentato una denuncia contro l’azienda. Il dirigente ha dichiarato di aver subito una vendetta contro di lui perché stava collaborando con un’indagine del governo statunitense sui rapporti di vendita di FCA. Reid Bigland, un veterano che da 22 anni fa parte del gruppo italo americano e che in passato era stato suggerito come possibile candidato al ruolo di CEO, rivendica nella causa, originariamente depositata nel Tribunale di Oakland County, che la società ha trattenuto la maggior parte del suo compenso del 2018 come punizione per aver collaborato con le autorità e intendeva usarla per pagare le multe. Il suo avvocato, Deborah Gordon di Bloomfield Hills, ha rifiutato di fornire l’importo preciso ma ha detto che si trattava di milioni di dollari.

Reid Bigland ha denunciato il gruppo italo americano che lo avrebbe punito per aver collaborato con le autorità americane nelle indagini contro FCA

Bigland, che funge anche da amministratore delegato di FCA in Canada, ha detto che “si è rifiutato di diventare un capro espiatorio per le solite pratiche di segnalazione degli imputati che lo hanno preceduto riportando l’intera portata di queste informazioni alla Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti”. Il problema delle vendite è venuto alla luce nel 2016. La Free Press ha riferito al momento che FCA era sotto l’esame del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e della Securities and Exchange Commission”.

Reid Bigland ha dichiarato nella causa che aveva ereditato la metodologia di reporting delle vendite, che era in vigore dalla fine degli anni ’80, e che era ampiamente conosciuta dai vertici di FCA, incluso l’ex CEO Sergio Marchionne, morto l’anno scorso e dal direttore finanziario Richard Palmer, da cui aveva preso la direzione.

Gordon, l’avvocato di Bigland, ha dichiarato che la performance del suo assistito come dirigente di FCA è stata eccellente e che nel 2017, quando la società ha registrato il suo più alto profitto di sempre, Bigland ha avuto un ruolo significativo nelle aree più redditizie.

“Il suo curriculum è privo di qualsiasi cosa negativa correlata alla sua performance”, ha detto Gordon.

Leggi anche: Manley ha venduto 3,5 milioni in azioni FCA un giorno dopo l’offerta a Renault

Fiat Chrysler: Reid Bigland ha denunciato il gruppo italo americano che lo avrebbe punito per aver collaborato con le autorità americane nelle indagini contro FCA

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: Reid Bigland parla di problemi al software per giustificare il guasto nella sfida con Bmw e Mercedes

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: