Le vendite di Tesla in Cina calano nonostante l’avvio della produzione locale

Le vendite di Tesla in Cina sono notevolmente diminuite nel primo mese dell'anno nonostante l'inizio della produzione locale

di , pubblicato il
Tesla Gigafactory 3

Le vendite di Tesla in Cina sono notevolmente diminuite nel primo mese dell’anno nonostante la casa americana abbia avviato la produzione e le consegne locali. La diminuzione è avvenuta anche prima della  paura per il coronavirus e ora le azioni di Tesla stanno subendo un grave colpo.
L’intero mercato è stato colpito questa settimana a causa del timore che il coronavirus colpisca l’economia cinese e diffonda il suo impatto ad altre regioni.

Le vendite di Tesla in Cina sono notevolmente diminuite nel primo mese dell’anno

Ma lo stock di Tesla è stato particolarmente colpito ed è sceso del 10% questa mattina. Il calo è arrivato dopo che è stato riferito che le nuove immatricolazioni di auto della società americana in Cina sono diminuite di quasi il 50% il mese scorso: “Citando la China Automotive Information Net, sostenuta dallo stato, che raccoglie i dati del settore sulla base degli acquisti assicurativi, Bloomberg ha riferito giovedì che 3.563 auto di Tesla sono state immatricolate in Cina il mese scorso, rispetto alle 6.643 di dicembre.”

Questo nonostante la società di Elon Musk abbia prodotto più di 2.600 auto nella Gigafactory di Shanghai a gennaio e non si basi solo sull’importazione di veicoli dagli Stati Uniti. Il rapporto ha anche osservato che il calo è avvenuto prima del dilagare delle questioni relative al coronavirus. vedremo dunque se le cose miglioreranno o peggioreranno nel secondo mese del 2020 per la casa americana in Cina.

Leggi anche: NTSB richiama Tesla e Apple per aver trascurato la sicurezza del conducente

Tesla

Le vendite di Tesla in Cina sono notevolmente diminuite nel primo mese dell’anno nonostante la casa americana abbia avviato la produzione e le consegne locali

Leggi anche: Tesla riceve l’ok da un tribunale tedesco per continuare i lavori per la Gigafactory 4

Argomenti: