Alfa Romeo Giulia, ecco come stanno le cose in Europa

Il celebre sito Jato fa un bilancio dei primi due mesi del 2017 in Europa per Alfa Romeo Giulia e un confronto con le principali rivali

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo Giulia

Il sito Jato che analizza le vendite e le dinamiche del settore automobilistico, ha consegnato pochi giorni fa alcuni dati molto interessanti sulla berlina di segmento D Alfa Romeo Giulia paragonata ai suoi concorrenti. In primo luogo, in Europa, nei primi due mesi del 2017 , la Giulia ha registrato poco meno di 4000 unità(3.899 secondo alcune fonti, 3892 secondo i dati di Jato).  La cifra considerando tutta l’Europa nel suo insieme potrebbe sembrare bassa in realtà bisogna considerare tre ordini di cose.

 

Alfa Romeo Giulia in Europa: alcune valutazioni

 

Innanzi tutto dobbiamo dire che Alfa Romeo Giulia arriva in una nicchia di mercato rimasta per lungo tempo incolta dal gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Poi bisogna anche considerare che i prezzi della nuova berlina potrebbero causare l’allontanamento di molti degli attuali clienti del Biscione, visto che questi sono molto più alti rispetto al recente passato.

 

Questo significa che se Alfa Romeo vuole crescere inevitabilmente dovrà strappare clienti alle concorrenti cosa di certo non facile.  Infine Non possiamo sottovalutare che in molti paesi in Europa Alfa Romeo soffre ancora di problemi d’immagine e di affidabilità a causa di problemi che hanno caratterizzato le sue vetture nel passato. Una cosa che ha messo in evidenza Jato è che l’Italia per Alfa Romeo Giulia non è più così determinante come avvenuto in passato per altre vetture del Biscione o come succede ancora adesso con la Giulietta.

 

leggi anche: Alfa Romeo Giulia: l’offerta di maggio 2017 per puntare al record di vendite

 

Alfa Romeo Giulia

Alfa Romeo Giulia

 

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: il suo motore in vendita su Ebay

 

Infatti Alfa Romeo Giulia vende in Italia solo il 39 per cento delle sue unità. Questo significa che la vettura ha mercato a livello internazionale e non dipende eccessivamente dal mercato di casa. Facendo un confronto con le rivali tedesche, vediamo come in questo momento Giulia rappresenta tra il 12 e il 12,5% del segmento.  La berlina si trova dietro al trio tedesco , vale a dire, in ordine: Mercedes-Benz Classe C con il 31% del segmento stesso, BMW 3 con il 22% del segmento e Audi A4 con il 18% del segmento. La Giulia si trova in questo momento a distanza ravvicinata con la Audi A4 , vera e propria istituzione della categoria.

 

 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo