Alfa Romeo, Fiat e Lancia: ecco i modelli previsti da Sergio Marchionne che non sono mai arrivati

Alfa Romeo, Fiat e Lancia: ecco le auto che non sono mai arrivate

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo Giulia Sportwagon

Nel corso dei 14 anni in cui Sergio Marchionne è stato numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, sono stati tantissimi i modelli lanciati sul mercato. Occorre però anche dire che non tutti i veicoli annunciati nel corso degli anni sono poi realmente arrivati nelle gamme dei rispettivi marchi. Tante volte i piani annunciati per Alfa Romeo, Fiat e Lancia sono poi stati modificati in base alle esigenze del momento.

Alfa Romeo, Fiat e Lancia: ecco le auto che non sono mai arrivate

Tra i modelli annunciati da Fiat Chrysler che poi non sono stati prodotti segnaliamo ad esempio la nuova Fiat Punto. Questa auto fino ad alcuni anni fa sembrava dovesse arrivare ma poi successivamente Marchionne decise di evitare un’erede per la celebre vettura, in un segmento di mercato in cui i margini di guadagno sono bassi e la concorrenza è assai agguerrita.

Un altro progetto di cui si è lungamente parlato ma di cui non si è fatto nulla è il ritorno sul mercato di Fiat Topolino, una vettura che avrebbe dovuto fare concorrenza alla Smart ma che non è mai stata presentata. In casa Alfa Romeo in tanti aspettavano con trepidazione l’arrivo di un’Alfa Romeo Giulia Station Wagon ma questo modello che in un primo momento sembrava potesse arrivare poi alla fine non è stata più confermata. Ancora niente da fare per l’ammiraglia Alfetta. 

Altri modelli che in un primo momento sembravano avere chance di essere prodotti ma che poi sono stati esclusi sono Alfa Romeo Spider, Fiat 500XL e la famigerata Fiat 500 a 5 porte. Anche Lancia avrebbe dovuto portare sul mercato un grande Suv, una berlina compatta, una berlina a tre volumi e una sportiva Coupè e Cabrio. Ma come sappiamo in realtà nessuno di questi modelli ha poi visto la luce.

Leggi anche: Alfa Romeo, Fiat e Lancia: ecco quanto hanno venduto i loro modelli in Italia a giugno 2018

Leggi anche: Fiat Chrysler: Manley vuole continuare sul solco tracciato da Sergio Marchionne

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo, Fiat

I commenti sono chiusi.