Fiat Chrysler: Manley vuole continuare sul solco tracciato da Sergio Marchionne

Le prime dichiarazioni del nuovo CEO di Fiat Chrysler Mike Manley dimostrano che l'inglese vuole portare avanti il progetto di Sergio Marchionne

di Andrea Senatore, pubblicato il
Le prime dichiarazioni del nuovo CEO di Fiat Chrysler Mike Manley dimostrano che l'inglese vuole portare avanti il progetto di Sergio Marchionne

Nelle scorse ore il nuovo amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, Mike Manley, ha detto agli investitori che non ha intenzione di deviare dalla roadmap aziendale quinquennale che è stata sviluppata dall’ex CEO Sergio Marchionne. “Una delle cose a cui ho lavorato molto con Sergio è stato ovviamente il nostro piano quinquennale, che definisce il corso per la società nel futuro prossimo”, ha dichiarato Manley mercoledì. “Ciò che abbiamo sempre dimostrato in passato è la capacità di essere flessibili perché le circostanze cambiano e anche la flessibilità è importante. Ma resta fondamentalmente per il mio mandato la realizzazione completa di quel piano quinquennale. Abbiamo tutte le risorse di cui abbiamo bisogno nel corso del periodo e la mia intenzione è quella di completare il piano e rendere FCA forte e indipendente “.

Il nuovo CEO di Fiat Chrysler Mike Manley vuole portare avanti il progetto di Sergio Marchionne

I commenti di Mike Manley arrivano poche ore dopo che il presidente di Fiat Chrysler John Elkann ha annunciato la morte di Sergio Marchionne all’età di 66 anni. Il brusco cambiamento ha dato al nuovo Ceo di FCA, che in precedenza era stato amministratore delegato di Jeep, solo pochi giorni per prepararsi alla comunicazione dei risultati finanziari del secondo trimestre. Manley, 54 anni, ha aperto la conference call con gli analisti finanziari con un omaggio al suo ex capo.

“Questo è un momento molto triste e difficile, e i nostri pensieri e le nostre preghiere vanno alla famiglia, agli amici e ai colleghi di Sergio”, ha affermato. “Personalmente, avendo trascorso gli ultimi nove anni della mia vita vedendo o parlando con Sergio quasi ogni giorno, le notizie di questa mattina sono strazianti e so che sarà così anche per molte altre persone. Non c’è dubbio che Sergio fosse un uomo speciale e unico, e non c’è dubbio che mancherà a molti “.

Utile netto di 754 milioni di euro, in calo del 35% rispetto al 2017

Per il secondo trimestre dell’anno, Fiat Chrysler ha dichiarato di aver ottenuto un utile netto di 754 milioni di euro, in calo del 35% rispetto all’anno precedente, in quanto la casa automobilistica ha sofferto a causa degli scarsi risultati ottenuti in Asia ed in particolare in Cina. La società, tuttavia, ha rispettato l’obiettivo precedentemente annunciato da Marchionne di ottenere un profitto netto netto industriale entro la fine di giugno.

Leggi anche: FCA: a maggio Fiat -11% in Europa, Jeep raddoppia le vendite

FCA

FCA

Leggi anche: Alfa Romeo, Fiat, Jeep e Maserati: tante promesse mancate nel piano industriale 2014/2018 di FCA

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler