Tinteggiare casa da soli: spetta qualche bonus o sconto sull’acquisto dei materiali pagando con bonifico?

Hai deciso di ridipingere la tua casa? C’è qualche bonus o agevolazione fiscale da beneficiare oppure è possibile ottenere lo sconto in fattura sull’acquisto dei materiali pagando con bonifico bancario?

di , pubblicato il
Hai deciso di ridipingere la tua casa? C’è qualche bonus o agevolazione fiscale da beneficiare oppure è possibile ottenere lo sconto in fattura sull’acquisto dei materiali pagando con bonifico bancario?

Hai deciso di ridipingere la tua casa? C’è qualche bonus o agevolazione fiscale da beneficiare oppure è possibile ottenere lo sconto in fattura sull’acquisto dei materiali pagando con bonifico bancario?

Sono tanti i dubbi di chi ha deciso di rimbiancare le pareti interne della propria abitazione. Rispondiamo ad un quesito pervenuto in Redazione:

“Buongiorno. Dovrei tinteggiare internamente il mio appartamento personalmente senza intervento di operai esterni. Posso ottenere qualche bonus sul materiale da comprare? (vernice, pennelli etc.) pagando con bonifico? A cosa dovrei fare riferimento sul bonifico?”.

Tinteggiare casa da soli: si può beneficiare del bonus ristrutturazione edilizia?

Il bonus ristrutturazione edilizia si sostanzia in una detrazione fiscale del 50%, che viene riconosciuta ai contribuenti che effettuano lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria in condominio o in edifici singoli.

Prorogato dalla legge fino al 31 dicembre 2021, il bonus ristrutturazioni consente di accedere ad un rimborso Irpef per le spese sostenute, fino ad un tetto massimo di 96.000 euro.

Rispondendo a quesito posto dal lettore chiariamo che non tutte le opere sono ammissibili all’agevolazione fiscale.

Per quanto riguarda la tinteggiatura interna delle pareti di casa fatta da soli, le detrazioni fiscali si possono richiedere nei seguenti casi:

  • Lavori su parti condominiali: tinteggiatura/rifacimento senza vincoli su materiali e colori
  • Lavori su singoli appartamenti: demolizione di un muro e rifacimento con tinteggiatura e intonaco della parete, nuova costruzione di una parete interna.

Se si vuole semplicemente imbiancare o tinteggiare le pareti, non si diritto agli sconti fiscali, perché sono riservati esclusivamente alle opere di manutenzione straordinaria.

Se la tinteggiatura delle pareti interne fa parte di una ristrutturazione edilizia, si può includere le spese dell’imbiancatura nelle detrazioni fiscali.

Tinteggiatura pareti interne: come richiedere il bonus ristrutturazione?

La detrazione fiscale sulle spese di tinteggiatura delle pareti interne può essere richiesta presentando la domanda per le detrazioni fiscali Irpef.

In dichiarazione dei redditi, occorre indicare i dati catastali dell’immobile. Le opere finalizzate al risparmio energetico devono essere segnalate inviando una comunicazione all’ENEA, che va trasmessa entro 90 giorni dal termine dei lavori.

Per ricevere la detrazione fiscale è necessario che tutti i pagamenti devono essere tracciabili e devono essere effettuati a mezzo bonifico bancario o postale.

 

Argomenti: