Superbonus 110%: accordo tra Monte Paschi di Siena e Federsco

Gli associati Federsco possono contare sull’offerta del Monte Paschi Siena allo scopo di accedere al superbonus 110%

di , pubblicato il
Gli associati Federsco possono contare sull’offerta del Monte Paschi Siena allo scopo di accedere al superbonus 110%

Al fine di fornire un supporto concreto agli associati di Federsco, per l’accesso al superbonus 110% e agli altri bonus edilizi previsti dal Decreto Rilancio (ecobonus, bonus ristrutturazione, ecc.), è stato siglato un accordo tra la Federsco stessa ed il Monte dei Paschi di Siena.

In questo modo la Federazione Nazionale delle Esco, energy service company (Federsco), che riunisce, tutela e supporta nel promuovere l’efficienza e il risparmio energetico, mette a disposizione degli associati un pacchetto di misure innovative volte a facilitare l’accesso alle menzionate agevolazioni fiscali.

Opzione per sconto o cessione del credito

Per comprendere la bontà dell’accordo, dobbiamo ricordare che il superbonus 110% è goduto nella forma della detrazione fiscale in dichiarazione dei redditi. In alternativa, il beneficiario, se riesce, può optare:

  • per lo sconto in fattura da parte dell’impresa esecutrice dei lavori (la quale poi lo recupera nella forma del credito d’imposta che potrà utilizzare in compensazione oppure cedere a terzi soggetti, inclusi istituti di credito e finanziari)
  • per la cessione del credito a terzi soggetti, inclusi istituti di crediti e finanziari, con possibilità di ulteriore cessione.

Stessa cosa è prevista, dal decreto Rilancio, per le spese sostenute nel 2020 e 2021 che danno diritto agli altri bonus fiscali sugli immobili (bonus ristrutturazione, ecobonus, bonus facciate, ecc.).

Accordo Federsco – Monte Paschi Siena per il superbonus 110%

L’accordo raggiunto, prevede a condizioni particolarmente competitive, la possibilità per gli associati Federsco di una apertura di credito presso il Monte dei Paschi di Siena, della durata massima di 18 mesi.

Tale finanziamento potrà essere erogato a fronte dell’impegno alla cessione del credito di imposta valla banca stessa e che potrà maturare per effetto delle opere realizzate, e dell’apertura di un conto corrente, esente da spese, intestato all’associato.

Offerta vantaggiosa anche per cedere direttamente il credito alla banca senza godere del finanziamento ponte.

L’obiettivo dell’accordo, afferma il presidente di Federesco, Claudio Ferrari, è quello di offrire agli associati “un sostegno finanziario per l’avvio di iniziative volte alla rigenerazione urbana sfruttando le enormi potenzialità degli incentivi previsti dal Decreto Rilancio e dall’Eco-Sisma Bonus”.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,