Sta per arrivare un nuovo Bonus Prima Casa a favore degli under 36. Quanto si risparmia? Ecco la simulazione

Il bonus prima casa under 36 consiste nell’esenzione totale dalle imposte di registro, ipotecaria, catastale e sostitutiva. Ma c’è dell’altro.

di , pubblicato il
Acquisto prima casa: in arrivo agevolazioni per under 36

Il decreto sostegni bis dovrebbe ormai essere emanato a breve, probabilmente entro la prossima settimana. Il decreto conterrà il nuovo pacchetto di misure pensato per sostenere la liquidità di famiglie e imprese in difficoltà economica a causa dell’emergenza sanitaria del coronavirus e delle relative politiche di contenimento adottate dal nostro Paese.

Una delle misure prevista nell’ultima bozza di questo decreto, e di cui tanto si sta parlando in questi giorni, è un nuovo bonus prima casa a favore degli under 36. Vediamo meglio di cosa si tratta e quanto si può risparmiare.

Bonus prima casa under 36

Il bonus prima casa under 36, sostanzialmente, consiste nell’esenzione totale dalle imposte di registro, ipotecaria, catastale e sostitutiva. Inoltre, tale misura prevede la riduzione dell’onorario notarile e, per gli immobili soggetti a IVA, un credito di imposta da recuperare attraverso la dichiarazione dei redditi.

Tali agevolazioni, se la misura dovesse venire confermata, si applicherebbero a tutti gli atti stipulati entro il 31 dicembre 2022 ad eccezione di quelli che hanno ad oggetto “abitazioni di lusso”.

Agevolazione prima casa, acquisto da privato

Quando si compra una prima casa da un privato, le imposte da pagare sono le seguenti:

  • Imposta di registro pari al 2% del valore catastale dell’immobile,
  • ipotecaria di 50 euro;
  • catastale, anch’essa pari a 50 euro;
  • eventualmente, l’imposta sostitutiva sui finanziamenti, pari allo 0,25% del valore del mutuo concesso dalla banca.

Quanto si risparmierebbe grazie al bonus prima casa under 36 del decreto sostegni bis? Facile.it e Mutui.it hanno fatto una simulazione.

Risparmio per l’acquisto di privato

Per la simulazione di Facile.it e Mutui.it è stato considerato l’acquisto di una prima casa da 150 mila euro, con valore catastale di 77.098 euro.

Nel caso in esame, l’acquirente pagherebbe le seguenti imposte:

  • imposta di registro pari a 1.542 euro;
  • ipotecaria paria a 50 euro
  • catastale, anch’essa pari a 50 euro;
  • imposta sostitutiva pari a 300 euro su un mutuo da 120.000 euro.

In questa simulazione, dunque, l’acquirente pagherebbe ben 1.942 euro in imposte per l’acquisto della prima casa. Si tratta di una somma di denaro che verrebbe risparmiata nel caso in cui la misura del bonus prima casa a favore degli under 36 venisse approvata.

Ovviamente, per avere ulteriori dettagli di questo nuovo bonus, bisognerà attendere la lettura del testo definitivo del decreto sostegni bis.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,