Si può vendere l’auto con il bollo auto non pagato? Paga il venditore o l’acquirente?

Cosa succede alle auto con bollo auto non pagato? È possibile vendere una vettura con bollo auto non pagato? Paga il venditore o chi acquista?

di , pubblicato il
Cosa succede alle auto con bollo auto non pagato? È possibile vendere una vettura con bollo auto non pagato? Paga il venditore o chi acquista?

Cosa succede alle auto con bollo auto non pagato? È possibile vendere una vettura con bollo auto non pagato? Paga il venditore o chi acquista?

Sono tanti i dubbi in merito alla vendita ed all’acquisto di una vettura con bollo auto non pagato.

Se si possiede un’auto ogni anno si deve versare una tassa sulla proprietà dell’auto, il bollo. Questa imposta viene pagata nella regione di residenza dell’automobilista e viene incassata dall’ente Regione o dalle Province autonome.

Il bollo auto è una tassa gestita dalle Regioni, che possono porre delle condizioni leggermente diverse sulle tempistiche, modalità di pagamento e su eventuali rimborsi legati al bollo auto.

Il bollo auto rappresenta un costo per i proprietari dei veicoli. Molti automobilisti volontariamente o per difficoltà economiche o per dimenticanza possono non pagare il bollo auto.

Bollo auto non pagato: cosa succede?

Il bollo auto è dovuto da chi risulta essere proprietario di una vettura registrata al Pubblico registro automobilistico.

Se il bollo auto non viene pagato alla scadenza fissata si deve provvedere prima possibile a pagare l’importo dovuto a cui vanno aggiunte le sanzioni e gli interessi fissati dalla legge.

Cosa si rischia se non si paga il bollo auto?

Il concessionario della riscossione può disporre il fermo dei veicoli intestati all’automobilista/debitore.

Ne consegue che la disponibilità dell’auto è limitata fino al momento in cui viene saldato il debito.

Il veicolo sottoposto a fermo amministrativo non può circolare, essere venduto, demolito o esportato.

Nel caso in cui l’automobilista non paghi, il concessionario della riscossione può agire forzatamente per la vendita dell’auto.

Bollo auto: il mancato pagamento comporta il sollecito della Regione?

Il sollecito è la prima azione che la Regione compie quando riscontra il mancato pagamento.

Il bollo auto deve essere pagato nella regione di residenza: in questo caso sarà necessario chiedere il rimborso e provvedere al pagamento alle casse dell’ente di competenza.

Se il sollecito non stimola l’automobilista, la Regione può cercare di riscuotere i vecchi crediti da sola oppure può affidarsi all’Agenzia delle Entrate.

Se l’automobilista non provvede a regolarizzare la posizione viene notificato un avviso di fermo amministrativo dell’auto.

Mancato pagamento del bollo auto: si prescrive?

Ebbene sì. Dopo un certo numero di anni, il bollo auto non pagato cade in prescrizione. La prescrizione per il bollo auto avviene dopo 3 anni.

Trascorso il terzo anno dalla data di scadenza del bollo auto, se non è stato inviato nessun sollecito di pagamento, il contribuente non sarà più tenuto a versare la tassa.

In questo caso il proprietario dell’auto può procedere alla vendita del veicolo.

Bollo auto: paga il venditore o l’acquirente?

In caso di vendita dell’auto, bisogna pagare il bollo. A chi spetta? Il soggetto obbligato a pagare il bollo è il proprietario dell’auto o l’usufruttuario.

In caso di vendita dell’auto, deve pagare il bollo colui che risulta ancora intestatario del mezzo al PRA.

Il bollo auto va pagato una volta all’anno. Non si riceve alcun preavviso di pagamento dal Fisco.

Argomenti: