Rateizzazione IRPEF: scadenze saldo 2020 e primo acconto 2021

Il contribuente può rateizzare il saldo imposte 2020 ed il primo acconto 2021. Non è possibile, invece, rateizzare il secondo o unico acconto

di , pubblicato il
Irpef: taglio delle aliquote in vista, ecco chi potrebbe pagare meno tasse

Il 30 giugno 2021, salvo proroghe, scade il termine di versamento per il saldo imposte 2020 e eventuale primo acconto imposte 2021, come risultanti dal Modello Redditi Persone Fisiche 2021 o Modello 730/2021 senza sostituto d’imposta.

Chi salta la scadenza del 30 giugno, può, prima che si configuri omesso versamento, effettuare il pagamento entro i 30 giorni successivi (quindi, entro il 30 luglio 2021) applicando una maggiorazione a titolo di interessi, parti allo 0,40%.

L’eventuale secondo o unico acconto imposte 2021, invece, scade il 30 novembre 2021.

Il saldo 2020 ed il primo acconto 2021 possono essere rateizzati al massimo fino a novembre. Non può essere rateizzato il secondo o unico acconto. In caso di rateizzazione IRPEF, sulle rate successive alla prima sono dovuti interessi.

Rateizzazione IRPEF non titolati di partita IVA

Laddove a rateizzare sia un soggetto non titolare di partita IVA, il calendario delle rate è diverso a seconda che questi sceglie di pagare la prima rata al 30 giugno 2021 o al 30 luglio 2021 (applicando la maggiorazione dello 0,40%). In dettaglio:

  • in caso di pagamento della prima rata al 30 giugno, le date da segnare sono le seguenti:
    • 1° rata – 30 giugno 2021 (senza interessi)
    • 2° rata – 20 agosto 2021 (interessi 0,33%)
    • 3° rata – 31 agosto 2021 (interessi 0,66%)
    • 4° rata – 30 settembre 2021 (interessi 0,99%)
    • 5° rata – 2 novembre 2021 (interessi 1,32%)
    • 6° rata – 30 novembre 2021 (interessi 1,65%)
  • in caso di pagamento della prima rata al 30 luglio, le date da segnare sono le seguenti (in tal caso l’importo da rateizzare deve essere dapprima maggiorato dello 0,40%):
    • 1° rata – 30 luglio 2021 (senza interessi)
    • 2° rata – 20 agosto 2021 (senza interessi)
    • 3° rata – 31 agosto 2021 (interessi 0,33%)
    • 4° rata – 30 settembre 2021 (interessi 0,66%)
    • 5° rata – 2 novembre 2021 (interessi 0,99%)
    • 6° rata – 30 novembre 2021 (interessi 1,32%)

Rateizzazione IRPEF titolari di partita IVA

Anche laddove a rateizzare sia un soggetto titolare di partita IVA, il calendario delle rate è diverso a seconda che questi sceglie di pagare la prima rata al 30 giugno 2021 o 30 luglio 2021 (applicando la maggiorazione dello 0,40%).

Quindi:

  • in caso di pagamento della prima rata al 30 giugno, le date da segnare sono le seguenti:
    • 1° rata – 30 giugno 2021 (senza interessi)
    • 2° rata – 16 luglio 2021 (interessi 0,18%)
    • 3° rata – 20 agosto 2021 (interessi 0,51%)
    • 4° rata – 16 settembre 2021 (interessi 0,84%)
    • 5° rata – 18 ottobre 2021 (interessi 1,17%)
    • 6° rata – 16 novembre 2021 (interessi 1,50%)
  • in caso di pagamento della prima rata al 30 luglio, le date da segnare sono le seguenti (in tal caso l’importo da rateizzare deve essere dapprima maggiorato dello 0,40%):
    • 1° rata – 30 luglio 2021 (senza interessi)
    • 2° rata – 20 agosto 2021 (interessi 0,18%)
    • 3° rata – 16 settembre 2021 (interessi 0,51%)
    • 4° rata – 18 ottobre 2021 (interessi 0,84%)
    • 5° rata – 16 novembre 2021 (interessi 1,17%).

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,