Prima casa e detrazione degli interessi del mutuo: differenti regole nel caso di acquisto o costruzione

L’Agenzia delle Entrate ha fornito utili chiarimenti in materia di detrazioni degli interessi passivi sui mutui per l'acquisto o la costruzione di una prima casa. Vediamo di cosa si tratta.

di , pubblicato il
L’Agenzia delle Entrate ha fornito utili chiarimenti in materia di detrazioni degli interessi passivi sui mutui per l'acquisto o la costruzione di una prima casa. Vediamo di cosa si tratta.

Non sempre è possibile detrarre gli interessi del mutuo per l’acquisto di un immobile da adibire a prima casa.

In una recente risposta ad un interpello di un contribuente, l’Agenzia delle Entrate ha fornito utili chiarimenti.

In particolare, sono state passate al vaglio alcune casistiche, che così possono essere sintetizzate:

  • Acquisto di un immobile dove entrambi i coniugi sono intestatari del mutuo e dell’immobile stesso;
  • Costruzione di un immobile dove entrambi i coniugi sono intestatari del mutuo e dell’immobile stesso;
  • Acquisto o costruzione nel caso in cui uno dei 2 coniugi sia a carico dell’altro.

Detrazioni degli interessi del mutuo per l’acquisto della prima casa

È l’articolo 15, comma 1-ter, del TUIR che prevede una detrazione dall’IRPEF di un importo pari al 19% degli interessi passivi pagati in dipendenza di mutui, garantiti da ipoteca, contratti per la costruzione dell’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, per un ammontare complessivo non superiore ad euro 2.582,28.

Acquisto di un immobile da adibire a prima casa

Per quanto riguarda l’acquisto, bisogna distinguere se uno dei due coniugi sia già in possesso di un immobile con lo “status” di prima casa oppure no.

Nella prima ipotesi, spetterà solamente una detrazione del 50 per cento degli interessi del mutuo.

All’opposto, invece, il 100 per cento.

Acquisto o costruzione nel caso in cui uno dei 2 coniugi sia a carico dell’altro

Con riferimento alla risposta all’interpello sopra citato, l’Agenzia delle Entrate chiarisce anche quanto segue:

  • Se il mutuo ipotecario è contratto per l’acquisto della prima abitazione, la detrazione degli interessi passivi del mutuo può essere trasferita dal coniuge a carico al coniuge che effettua la dichiarazione dei redditi.
    Permettendo, in tal modo, che la detrazione si calcoli in capo al 100 per cento degli interessi;
  • In caso di costruzione dell’abitazione principale, la detrazione non può essere trasferita da coniuge a coniuge, anche se la casa e il mutuo sono intestati a entrambi.

Potrebbe anche interessarti:

 

 

 

 

Argomenti: , , ,