Permessi 104, validi anche nel mese di ferie?

Se durante il periodo di ferie il dipendente ha necessità di usufruire dei permessi 104 per assistere il familiare disabile, rischia di perdere i permessi?

di , pubblicato il
Se durante il periodo di ferie il dipendente ha necessità di usufruire dei permessi 104 per assistere il familiare disabile, rischia di perdere i permessi?

La nostra Redazione risponde ad una domanda posta da un lettore:

E’ vero che se ad agosto sono in ferie per più della metà del mese non posso usufruire dei permessi 104? Io lo trovo assurdo“.

In altre parole, i permessi 104 sono validi anche nel mese di ferie?

Per diverso tempo, a causa di un fraintendimento ministeriale, si pensava che i permessi 104 si dovessero ridimensionare nel caso in cui, nello stesso mese, il dipendente avesse chiesto congedi, ferie o giorni di malattia. Questi dubbi sono stati, in seguito, chiariti.

Permessi 104: per legge sono validi nel mese di ferie?

Ferie estive e giorni di astensione per malattia si possono attaccare ai 3 giorni mensili retribuiti normalmente (frazionabili anche in ore), che spettano ai dipendenti con disabilità o che assistono familiari con grave handicap. Nessuna norma lo vieta. Di conseguenza, è possibile chiedere un giorno intero oppure ore di permesso retribuite prima o dopo le ferie.

Si può fare a patto che venga rispettato lo scopo assistenziale e non vengano sfruttati allo scopo di prolungare l’assenza dal lavoro per il periodo di vacanza del beneficiario.

Se, invece, si abusa dei permessi per scopi personali (viaggi, vacanze) il discorso cambia. In questo caso, la Corte di Cassazione con ordinanze n. 18293/18 e dell’11.07.2018 ha stabilito che si rischia il licenziamento per giusta causa.

Se permessi 104 e ferie coincidono, i permessi si perdono?

Rispondiamo al lettore. Se durante il periodo di ferie il dipendente ha necessità di usufruire dei permessi 104 per assistere il familiare disabile, rischia di perdere i permessi?

Con apposita istanza, il Ministero del Lavoro ha chiarito la questione specificando come deve comportarsi il datore di lavoro quando la fruizione dei permessi 104 coincide con il periodo di ferie o di chiusura aziendale.

Pur potendo decidere il periodo di fermo produttivo e ferie annuali (art. 2109 del Codice civile), il datore di lavoro non può assolutamente negare la fruizione dei permessi previsti dalla  Legge 104/92 se coincidono con le ferie. Se succede prevalgono i permessi, nel senso che le ferie non godute potranno essere fruite in un periodo diverso secondo gli accordi con l’azienda.

Il datore di lavoro può controllare se effettivamente l’assistenza al disabile è indifferibile.

Come per le ferie, si possono attaccare i giorni di malattia ai permessi 104 in quanto si tratta di misure con diverse finalità tutelate dalla legge italiana.

In conclusione, è illegittimo fare un ridimensionamento dei permessi 104 prima o dopo la fruizione della malattia o dei giorni di ferie spettanti.

Argomenti: ,