Pensioni ai superstiti e reddito: ecco i limiti 2015

Quali sono i limiti di reddito da non superare per non vedersi ridurre l'assegno della pensione ai superstiti?

di , pubblicato il
Quali sono i limiti di reddito da non superare per non vedersi ridurre l'assegno della pensione ai superstiti?

Il reddito da attività lavorativa può portare riduzioni alla pensione ai superstiti. Vediamo quali sono i limiti di reddito per poter fruire interamente di tale trattamento previdenziale.   Il coniuge percepisce una pensione ai superstiti pari al 60% della pensione percepita dall’estinto, tale trattamento pensionistico rimane inalterato per redditi personali inferiori a tre volte il trattamento minimo Inps.   Il trattamento, in presenza di redditi superiori, si riduce in percentuale tanto maggiore quanto maggiore è il reddito.

 

Limiti di reddito 2015

Nel 2015 la soglia da non superare per non subire la riduzione dell’assegno è di 19.593.   Se il coniuge superstite percepisce un reddito annuo maggiore la riduzione percentuale della prestazione sarà del 25% per redditi compresi tra la predetta cifra e i 26.124,28 euro annui.   La riduzione sale al 40% se i redditi annui sono compresi tra i 26.124,28 e i 32.655,35. Oltre tale cifra sarà applicata una riduzione dell’assegno pari al 50%.   Quali sono i redditi che concorrono alla riduzione dell’assegno della pensione ai superstiti?   Sono da valutare tutti i redditi assoggettabili all’Irpef. I redditi vanno considerati al netto dei contributi previdenziali e assistenziali. Non concorre alla riduzione anche il reddito della casa di abitazione e le sue relative pertinenze,la pensione ai superstiti su cui dovrebbe essere operata la riduzione, eventuali trattamenti di fine rapporto e relative anticipazioni.   A farlo presente la Circolare Inps numero 38 del 1996. Le riduzioni non scattano quando ad esserne titolari sono i figli, minori, studenti, inabili in concorso con il coniuge. In questi casi, infatti, è possibile il cumulo dell’intera pensione con qualsiasi reddito.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: