Pensioni agosto in Posta, date pagamento anticipato con importanti novità

Confermato il pagamento anticipato delle pensioni in contanti presso gli uffici postali. Calendario completo e novità sugli importi.

di , pubblicato il
pensioni-posta

E’ stato confermato il pagamento anticipato delle pensioni di agosto in Posta. Per chi ritira l’assegno in contanti allo sportello postale è quindi concesso di prelevare l’importo qualche giorno prima rispetto alla data bancabile del 2 agosto.

Per molti pensionati, abituati a ritirare la pensione in contanti presso gli uffici postali, quindi, è possibile anche per questo mese disporre dei soldi in anticipo. Importante è che sia rispettata la turnazione alfabetica predisposta dal Poste Italiane per accedere agli sportelli.

Pensioni di agosto, il calendario

In Posta, quindi, il pagamento anticipato delle pensioni di agosto 2021 è scadenzato, a partire dal 27 luglio 2021 e fino al 31 luglio 2021, secondo l’ordine alfabetico così predisposto:

  • 27 luglio per i cognomi dalla A alla C;
  • 28 luglio per i cognomi dalla D alla G;
  • 29 luglio per i cognomi dalla H alla M;
  • 30 luglio per i cognomi dalla N alla R;
  • 31 luglio per i cognomi dalla S alla Z.

Per coloro che hanno una età superiore a 75 anni e versano in condizioni disagiate c’è sempre la possibilità di delegare i Carabinieri al ritiro della pensione.

Il servizio, completamente gratuito, è riservato solo a coloro che vivono soli e non hanno delegato parenti o amici per il ritiro della pensione in contanti in Posta. Per ottenere l’aiuto basta mettersi in contatto con la stazione dei Carabinieri del luogo di residenza o direttamente con l’ufficio postale di zona.

Assegni più ricchi, ma non per tutti

A differenza delle volte precedenti, alcuni pensionati percepiranno questa volta un assegno più ricco. Col cedolino delle pensioni di agosto sono infatti in arrivo i primi conguagli Irpef 2020. Chi ha presentato la dichiarazione dei redditi con modello 730 entro il mese di giugno ed è risultato a credito d’imposta, beneficerà del relativo accredito con la pensione di agosto.

Il conguaglio, non è per tutti, ma solo per coloro che hanno già fatto la dichiarazione dei redditi e sono risultati a credito. Chi è a debito si vedrà, viceversa, decurtare l’assegno. Chi, infine, ha presentato il 730 a luglio  o deve ancora farlo, con la pensione di agosto non subirà alcuna variazione della pensione rispetto ai mesi precedenti.

Argomenti: ,