Pensione senza tasse: la Calabria sarà il Portogallo italiano?

Salvini lancia l’idea di una regione franca per le pensioni. Meglio mandare i pensionati in Calabria piuttosto che in Portogallo. Ma si può fare?

di , pubblicato il
Salvini lancia l’idea di una regione franca per le pensioni. Meglio mandare i pensionati in Calabria piuttosto che in Portogallo. Ma si può fare?

Una regione franca, la Calabria, dove non si pagano tasse sulle pensioni. L’idea lanciata dal segretario della Lega Matteo Salvini sembra non trovare molto credito, ma allo stesso tempo fa discutere.

Del resto molti Paesi europei per attirare capitali hanno creato delle legislazioni speciali a favore dei pensionati. Dal Portogallo, alla Grecia, passando per l’Albania o la Bulgaria, non mancano le occasioni per andarsene dal Belpaese dove le tasse sulle pensioni sono basse o assenti.

Pensioni senza tasse in Portogallo

Come noto il Portogallo ha promosso una poderosa campagna fiscale per attrarre pensionati europei che decidono di trasferirsi a vivere in terra lusitana portando con sé la residenza e mantenendola per almeno sei mesi all’anno.

In base alla legge portoghese, Lisbona non applica per 10 anni alcuna imposta sulle pensioni estere attirando così migliaia di pensionati italiani, ben lieti di non farsi falciare la rendita dal fisco italiano.

Una soluzione comoda, all’interno della Ue, per molti italiani la cui pensione spesso non basta per vivere in Italia. Mentre rappresenta una rendita più che dignitosa in Portogallo dove anche il costo della vita è inferiore a quello della penisola.

Pensioni privilegiate in Calabria?

Così, per evitare che molti italiani vadano a godersi la pensione all’estero, sarebbe giusto istituire una regione franca al Sud. Dice Salvini:

Abbiamo proposto, senza essere ascoltati, di fare in Calabria quello che fanno in alcuni Paesi europei come in Portogallo, dove i pensionati non pagano un euro di tasse per 5 anni e ci sono migliaia di pensionati italiani che vanno a vivere lì. Facciamo in Calabria quello che fanno in Portogallo. Non ci hanno ascoltato ma torneremo alla carica“.

Benché le parole del leader leghista abbiano suscitato apprezzamento e perplessità, è evidente che sono state lanciata alla vigilia di una infuocata campagna elettorale per le elezioni del Presidente della regione.

A parte questo, però, fanno notare gli esperti di diritto, sarebbe anticostituzionale mettere una tassazione agevolata su una regione mentre tutte le altre non lo fanno. In ogni caso, sarebbe una questione che dovrebbe discutere il Parlamento a livello nazionale.

Argomenti: ,