Pensione quindicenni o pensione sociale Inps slegata da pensione da altro ente: chiarimenti

Alcuni consiglii su pensione Enasarco e pensione sociale: qualche chiarimento.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
pensione Ape Sociale e assegno invalidità civile

Buonasera, 

sono nato il  30/11/1949 ex agente di commercio inquadramento Enasarco / Inps. La domanda che vorrei rivolgere è la seguente:

Contributi versati Enasarco 23 anni riconoscimento pensione qualche anno fà di 350 euro, contributi versati Inps 15 anni di cui gli ultimi 3 fino al 2015 volontari (errore fatto), pensione accettata solo sociale per differenza però da quella riconosciuta Enasarco ovvero 320 euro. Totale 670.

La mia osservazione è questa:

Intanto ho dato del somaro al caf che mi consigliò di proseguire i versamenti volontari fino al 15° anno pensando di poter applicare non saprei quale normativa per rientrare tra i cosidetti ” quindicenni ” e quindi chiederne il riconoscimento di pensione contributiva e non sociale, il cui importo pare essere per tale periodo versato quasi 500 euro (fonte estratto inps), e allo stesso tempo mi assicuravano che se ciò non sarebbe stato possibile, come di fatto, nè avremmo chiesto restituzione del versato volontario. Doppiamente somaro il caf, dichiarazione espressamente riferita.

Detto questo, vorrei dire considerando questi requisiti, se in qualche maniera veramente esiste la possibiltà di scindere la sociale inps da quella enasarco per il semplice motivo, e qui il legislatore non ha saputo o voluto tener conto che non può erogare la stessa pensione sociale a chi non ha versato per niente contributi, e far rientrare nello stesso alveo chi invece nè ha versati 15 ed anche volontari.

Tuttavia mi rendo conto che se alla base non ci sono normative , qualunque operatore ha le mani legate.

Vorrei riflettere e poi concludere di una frase di un alto funzionario che durante un dibattito in Rai ebbe a dire queste testuali parole, riferendosi ai pensionati.

…Se non chiedete all’Inps, non aspettate che lo faccia l’Ente.

Ed è questo per cui sono a chiedere prima alla Vs. rivista e poi si vedrà.

In attesa di una risposta, porgo i miei saluti.

 

Cumulo contributi agenti di commercio

Gli agenti di commercio che dividono la loro posizione tra Inps ed Enasarco possono chiedere il cumulo dei contributi solo nel caso in cui tali periodi contributivi non siano sovrapposti. In questo caso se ha versato i contributi volontari in periodi che differiscono da quelli in cui ha versato i contributi Enasarco, potrebbe richiedere almeno il cumulo di tali periodi con i 23 anni versati in Enasarco per aumentare la sua pensione dall’ente principale (prima di fare il tutto le conviene farsi conteggiare di quanto aumenterebbe la pensione con 3 anni di contributi -i volontari- in più).

Pensione quindicenni

La pensione con 15 anni di contributi è concessa solo in presenza di determinati requisiti grazie a 3 deroghe della Legge Amato ed una deroga della Legge Dini. I requisiti in questione sono molto stringenti e permettono il pensionamento con 15 anni di contributi solo a una ristretta platea di lavoratori. Per approfondire la questione potrebbe leggere il seguente articolo in cui spiego, deroga per deroga, quali sono i requisiti richiesti per l’accesso alla pensione con 15 anni di contributi in tutti e 4 i casi: In pensione con 15 anni di contributi: quando è possibile l’opzione Dini e quando quella Amato?

Pensione Sociale

Per quanto riguarda la pensione sociale, sono perfettamente d’accordo con lei con quanto afferma: non si può trattare allo stesso modo chi ha versato 15 anni di contributi con chi non ne ha versati affatto, ma purtroppo la normativa prevede che chi non raggiunge i 20 anni di contributi non può accedere alla pensione di vecchiaia. A questo punto, quindi, per l’ente aver versato zero anni di contributi o averne versati 19 è la stessa identica cosa e al riguardo non si può fare nulla.

Ultimo appiglio

Non so se vi rientra ma esiste anche una pensione di vecchiaia contributiva ottenibile a 70 anni e 7 mesi per la quale occorrono soltanto 5 anni di contributi, ma anche in questo caso vi sono dei requisiti da rispettare: non deve avere contributi versati all’Inps prima del 1996 e avere, quindi, una pensione di fatto calcolata interamente con il metodo contributivo.

Potrebbe consultare un Patronato (di solito in ambito pensioni sono molto più preparati dei Caf) facendo presenti tutte le possibilità che le ho elencato (di solito non le prendono in considerazione tutte) e vedere se rientra in qualcuna di queste. In bocca al lupo.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti assegno sociale, News pensioni, Pensione sociale

I commenti sono chiusi.