Multe e sanzioni direttamente via mail: come funziona l’identità digitale

In governo punta al raggiungimento di un importante traguardo: identità digitale per tutti i cittadini entro il 2022.

di , pubblicato il
In governo punta al raggiungimento di un importante traguardo: identità digitale per tutti i cittadini entro il 2022.

Tra le tante proposte di modifica alla Legge di Bilancio 2020, ve ne è una di grande impatto tecnologico e allo stesso tempo che renderebbe un notevole passo avanti in tema di semplificazione. Si tratta dell’emendamento avanzato dalla ministra dell’innovazione, Paola Pisano, grazie al quale si punterebbe a raggiungere, entro il 2022, l’obbiettivo di assegnare ad ogni cittadino italiano la propria identità digitale.

In futuro le multe e le sanzioni si riceveranno via mail

Grazie all’identità digitale, la comunicazione tra Pubblica Amministrazione e cittadini sarà sempre più vicina e meno macchinosa.

Nell’emendamento sopracitato è stata proposta la creazione di una nuova piattaforma di notifiche digitali, grazie alla quale la Pubblica Amministrazione possa inviare, in modo semplice e veloce, tramite mail, le comunicazioni di sanzioni o multe.

Per accelerare il processo di digitalizzazione delle identità, il Pin unico, assegnato dallo stato, sarà lo stesso di quello della nuova Carta d’Identità elettronica.

 

Potrebbe anche interessarti: “Spid: ecco come si ottiene l’identità digitale”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.