Modello RED 2021 e sollecito 2020, l’INPS ufficializza la proroga

Il Modello RED è la dichiarazione redditi annuale che alcuni pensionati devono rendere all’INPS al fine di continuare a percepire alcune prestazioni

di , pubblicato il
Assegno unico, ecco chi ad aprile avrà di più e perché

Più tempo per l’invio all’INPS del Modello RED 2021 (anno d’imposta 2020) e sollecito Modello RED 2020 (anno d’imposta 2019). L’INPS ha ufficializzato la proroga.

Nelle settimane scorse, molti pensionati si son visti recapitare la lettera contenente il sollecito per la presentazione di un modello di dichiarazione reddituale riferito all’anno d’imposta 2019 e quella per la campagna ordinaria riferita all’anno 2020, indicando, in entrambi i casi, come data ultima di scadenza per l’adempimento il 28 febbraio 2022.

Modello RED 2021 e 2020, la proroga

Stiamo parlando della dichiarazione reddituale che i titolari di prestazioni erogate dall’INPS (collegate al reddito proprio e del proprio nucleo familiare) devono rendere all’istituto di previdenza al fine di comunicare altre fonti reddituali non conosciute dall’INPS stessa (ad esempio, la pensione dall’estero, la proprietà di una casa all’estero, ecc.).

Al fine di facilitare l’adempimento con riferimento all’anno d’imposta 2020 (Modello RED 2021) e al sollecito per l’anno d’imposta 2019 (Modello RED 2020), l’INPS, anche in considerazione del perdurante periodo di emergenza, ha deciso di prorogare il suddetto termine del 28 febbraio al 21 marzo 2022 (Circolare n. 1083 dell’8 marzo 2022).

Ricordiamo che il Modello RED può essere trasmesso

  • direttamente da parte del pensionato attraverso l’apposito servizio INPS (accessibile con SPID, CIE o CNS)
  • oppure tramite CAF o altri soggetti abilitati all’intermediazione con l’INPS (in questo caso bisogna portare con sé la lettera ricevuta in quanto ai fini della comunicazione occorre il codice a barre indicato nella lettera stessa).

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: