Modello 770/2021: quali regole per gli eredi?

Se decede il sostituto d’imposta, gli eredi dovranno provvedere all’invio del Modello 770 per conto del de cuius stesso

di , pubblicato il
Proroga Modello 770/2021 non inviato: c’è ancora tempo per rimediare?

Con la versione definitiva del Modello 770/2021 (anno d’imposta 2020), è noto anche il termine di scadenza entro cui il la dichiarazione deve essere inviata all’Agenzie delle Entrate.

In dettaglio, per ora, il termine di presentazione è fissato al 2 novembre 2021. In realtà la scadenza sarebbe il 31 ottobre 2021. Tuttavia, essendo tale giorno e quello successivo festivi, si slitta al 02/11.

Ricordiamo che il modello deve essere presentato dai sostituto d’imposta per comunicare al fisco i dati riferiti alle ritenute operate sui compensi corrisposti nell’anno d’imposta oggetto della dichiarazione stessa.

Le regole per il Modello 770 degli eredi

Laddove il soggetto tenuto a presentare il Modello 770 dovesse venire a mancare per decesso, dovranno provvedervi gli eredi per suo conto. Al riguardo occorre distinguere a seconda che gli eredi proseguono o meno l’attività del de cuius.

In dettaglio, con riferimento al Modello 770/2021, nel caso di decesso avvenuto nel periodo d’imposta 2020 o nel 2021 prima della presentazione della dichiarazione, vale quanto segue:

  • se c’è prosecuzione dell’attività da parte dell’erede, quest’ultimo ha l’obbligo di presentare un unico Modello 770 in cui indicare anche i dati riferiti alla parte dell’anno in cui ha operato il soggetto estinto (de cuius)
  • nell’ipotesi, invece, di non prosecuzione dell’attività, la dichiarazione deve essere presentata da uno degli eredi in nome e per conto del deceduto, relativamente al periodo dell’anno in cui esso ha effettivamente operato.

La presentazione (telematica) può essere fatta direttamente dall’erede oppure tramite intermediario incaricato (commercialista, consulente del lavoro, ecc.).

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,