Mercato immobiliare: Milano provincia più cercata durante il Covid

Nel 2020 la provincia di Milano resta la più cercata per acquistare casa. La ricerca immobiliare si sposta lontano dai capoluoghi.

di , pubblicato il
Nel 2020 la provincia di Milano resta la più cercata per acquistare casa. La ricerca immobiliare si sposta lontano dai capoluoghi.

Cambia il mercato immobiliare in Italia per effetto del Covid. Nel 2020 Milano è stata la provincia più cercata per acquistare un immobile, mentre Roma si è posizionata al primo posto come città più cercata.

È quanto emerge dall’indagine di Casa.it, che ha pubblicato la classifica delle case più cercate del 2020, svelando i luoghi, le tipologie, le metrature, i prezzi che raccontano le abitudini, i bisogni e i desideri delle persone per quanto riguarda la ricerca della casa.

Al primo posto per volumi di ricerche nel mercato immobiliare, si legge in una nota, troviamo il Nord Italia, seguito dal Centro, dal Sud e dalle isole. Tra le regioni la Lombardia è al primo posto per volumi di ricerche.

Immobiliare, Lombardia regione più gettonata

A livello regionale la Lombardia è stata la regione dove si è cercato più casa, seguita dal Lazio e dal Veneto, con un cambio rispetto al 2019 dove il Veneto era al secondo posto. Vera rivelazione del 2020 per del mercato immobiliare è il Molise, che ha registrato la crescita più alta in Italia, con un aumento delle ricerche del +76% rispetto al 2019. Seguono la Calabria (+58%), il Trentino-Alto Adige (+53%) e la Puglia (+50%).

Lontani dai capoluoghi, meglio i borghi

Gli italiani hanno mostrato un maggiore interesse per le case ubicate in comuni non capoluogo di provincia, che hanno registrato una crescita del +36% anno su anno, rispetto ai capoluoghi di provincia che sono cresciuti del +33%. Eccezion fatta per Milano.

Si tratta di un’inversione di tendenza mercato immobiliare rispetto al 2019, quando i capoluoghi avevano registrato una crescita maggiore dei comuni non capoluogo. Tra i borghi, i preferiti dagli italiani sono stati Rapallo, San Benedetto del Tronto e Sestri Levante.

I borghi hanno registrato una crescita delle ricerche notevole, segnando +36% rispetto al 2019 e superando di ben 28 punti percentuali la crescita dell’anno precedente.

Baite e chalet più comprati degli appartamenti

Per quanto riguarda le tipologie di casa più cercate, si conferma la classifica del 2019 con l’appartamento al primo posto, la villa al secondo e la casa indipendente al terzo. Ma nel 2020 le soluzioni indipendenti, come ville, case indipendenti, rustici/casali, villette a schiera, hanno registrato una crescita molto importante, con rispettivamente +61%, +62%, +68% e +56%.

Le baite/chalet/trulli hanno registrato nel 2020 la crescita annuale più alta con +135%. Le località di Canal San Bovo in provincia di Trento, Barge in provincia di Cuneo e Mezzano in provincia di Trento hanno raccolto i volumi di ricerche più alte per questa tipologia. Anche la ricerca di terreni agricoli ha visto una forte crescita nel 2020, con il +112% rispetto all’anno precedente, con i volumi di ricerche più alti nelle province di Viterbo, Roma e Catania.

Preferenza immobiliare per trilocali e bilocali

Tra gli appartamenti, il trilocale continua a raccogliere le maggiori preferenze, seguito dal bilocale e dal quadrilocale, anche se tra vendita e affitto ci sono delle sostanziali differenze. Chi cerca una casa da acquistare sceglie appartamenti più grandi, preferendo, al primo posto, il trilocale, al secondo il quadrilocale e al terzo il bilocale. Chi cerca una casa in affitto, invece, cerca soprattutto i bilocali, seguiti dai trilocali e dai quadrilocali.

I prezzi

In termini di prezzi del mercato immobiliare, per quanto riguarda le case in vendita, quelle più cercate hanno un prezzo tra i 100 mila e i 200 mila euro seguite da quelle dai 50 mila ai 100 mila euro e da quelle con prezzo incluso tra i 200 mila e i 300 mila euro confermando la classifica del 2019. Per quanto riguarda le case in affitto, la preferenza va soprattutto ad immobili con prezzo tra 401 e 600 euro, tra 201 e 400 euro, e 601 e 800 euro, come nel 2019.

Argomenti: ,