In arrivo un superbonus per il turismo? Alberghi e strutture ricettive tra i beneficiari

L’intenzione è quella di estendere il superbonus anche a lavori realizzati su strutture alberghiere e ricettive in genere

di , pubblicato il
In arrivo un superbonus per il turismo? Alberghi e strutture ricettive tra i beneficiari

Il Ministero del Turismo (guidato da Massimo Gravaglia) starebbe pensando ad un superbonus finalizzato al miglioramento delle strutture ricettive nel settore del turismo.

Il piano metterebbe sul tavolo risorse per circa 2 miliari e mezzo di euro e punterebbe in particolari modo ad interventi di efficientamento energetico di alberghi e strutture ricettive in genere.

Superbonus solo per edifici residenziali

Ad oggi, ricordiamo, il superbonus 110% è riconosciuto a fronte di lavori definiti trainati e trainati effettati su immobili (anche condominiali). Requisito fondamentale è che deve trattarsi di immobili di tipo “residenziale”. In dettaglio il superbonus spetta:

  • su parti comuni di edifici residenziali in “condominio” (sia trainanti, sia trainati)
  • su edifici residenziali unifamiliari e relative pertinenze (sia trainanti, sia trainati)
  • su unità immobiliari residenziali funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall’esterno site all’interno di edifici plurifamiliari e relative pertinenze (sia trainanti, sia trainati)
  • su singole unità immobiliari residenziali e relative pertinenze all’interno di edifici in condominio (solo trainati).

Elemento predominante, dunque, nel superbonus è quello “residenziale” con riferimento all’immobile oggetto dei lavori.

Cosa si prevede per il turismo

L’intenzione del Ministero del Turismo sarebbe quella di estendere il superbonus anche a lavori finalizzati al miglioramento delle strutture presenti nel settore del turismo (alberghi e strutture ricettive in genere). In dettaglio, la prospettiva sarebbe quella di riconoscere il beneficio a fronte di interventi, realizzati sulle citate strutture e finalizzati:

  • al miglioramento dell’efficienza energetica
  • alla riqualificazione antisismica
  • all’implementazione della digitalizzazione
  • all’eliminazione delle barriere architettoniche
  • alla realizzazione di piscine termali.

Ribadiamo che per adesso si tratta solo di intenzioni e, quindi, si attendono eventuali sviluppi in merito da qui ai prossimi mesi.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,