IMU 2021: chi e come può pagare con bollettino di c/c postale

In vista della scadenza per l’acconto IMU 2021 vediamo chi e come può pagare il tributo tramite bollettino di c/c postale

di , pubblicato il
IMU 2021: chi e come può pagare con bollettino di c/c postale

IMU 2021 può essere versata (come per gli anni trascorsi) anche con bollettino di c/c postale. Tuttavia questa modalità di pagamento non è ammessa per tutti i contribuenti.

Scadenze IMU 2021 e modalità di versamento

Ricordiamo quali sono le scadenze per il versamento dell’IMU 2021. Salvo proroghe il pagamento deve essere effettuato entro il

  • 16 giugno 2021, per l’acconto
  • 16 dicembre 2021, per il saldo/conguaglio.

Il versamento dell’IMU 2021 può essere fatto con bollettino di c/c postale solo da parte di soggetti non titolari di partita IVA ed a condizione che non ci siano crediti d’imposta da compensare.

Il contribuente titolare di partita IVA oppure chi non è titolare di partita IVA il quale deve versare l’IMU utilizzando in compensazione eventuali crediti d’imposta, deve, ai fini del pagamento, invece, ricorrere obbligatoriamente al Modello F24 (vedi anche Acconto IMU 2021: tutte le modalità di versamento).

Versamento IMU 2021 con bollettino di c/c postale: istruzioni operative

Il bollettino di c/c postale destinato al versamento dell’IMU 2021 deve in primis riportare, oltre all’importo da pagare, anche il numero di c/c delle casse del comune destinatario del gettito tributario (a tal proposito si consiglia di rivolgersi al comune stesso di ubicazione degli immobili per avere informazioni).

Presso gli uffici postali è anche possibile trovare i bollettini di versamento già predisposti. Nel bollettino occorre, in ogni caso, avere premura di:

  • indicare il codice catastale del comune di ubicazione degli immobili
  • riportare il numero di immobili oggetto dell’imposta
  • indicare l’anno di riferimento (in questo caso “2021”)
  • barrare la casella “acconto” o “saldo” a seconda di ciò che si sta versando
  • barrare la casella ravvedimento, se si sta ravvedendo l’omesso o insufficiente versamento dopo la scadenza ordinaria
  • se possibile, indicare anche il codice tributo del versamento.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,