Eliminazione barriere architettoniche tra i “trainati” nel superbonus 110%

Il superbonus 110% è prorogato al 2022 e tra i lavori “trainati” si inseriscono anche quelli destinati all’eliminazione delle barriere architettoniche

di , pubblicato il
Il superbonus 110% è prorogato al 2022 e tra i lavori “trainati” si inseriscono anche quelli destinati all’eliminazione delle barriere architettoniche

La manovra di bilancio 2021, nel testo che dalla Camera passa al Senato per il varo definitivo, allarga l’ambito applicativo del superbonus 110% aggiungendo ulteriori interventi ammessi al beneficio.

La stessa manovra proroga il beneficio anche alle spese fatte fino al 30 giugno 2022. Tuttavia, stabilisce che:

  • la detrazione fiscale resta da godere in 5 quote annuali di pari importo se trattasi di spese sostenute nel periodo 1° luglio 2020 – 31 dicembre 2021
  • se, invece, la spesa è sostenuta nel periodo 1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022, la detrazione dovrà avvenire in quattro quote annuali

Resta ferma in ogni caso la possibilità di optare, in luogo della detrazione fiscale, per lo sconto in fattura o per la cessione del credito.

Superbonus 110%: interventi trainanti e trainati

Nella versione stabilita dall’art. 119 del decreto Rilancio il superbonus spetta per i c.d. interventi trainanti e trainati.

Sono trainanti (ossia quelli per i quali spetta il superbonus anche se fatti indipendentemente da altri lavori):

  • gli interventi di isolamento termico sugli involucri (c.d. cappotto termico)
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti
  • gli interventi antisismici.

Il superbonus 110% spetta inoltre sui seguenti ulteriori lavori, purché eseguiti congiuntamente ad uno o più dei trainanti” (ecco perché definiti “trainati”):

  • interventi di efficientamento energetico
  • installazione di impianti solari fotovoltaici
  • infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Eliminazione barriere architettoniche tra i lavori trainati nel superbonus 110%

La legge di bilancio 2021, come anticipato allarga l’ambito degli interventi ammessi al superbonus 110%, includendovi:

  • gli interventi per la coibentazione del tetto
  • l’eliminazione delle barriere architettoniche (anche se effettuati in favore di ultrasessantacinquenni)
  • l’istallazione di impianti solari fotovoltaici su strutture pertinenziali agli edifici.

Tra questi, di particolare importanza sono i lavori finalizzati all’eliminazione di barriere architettoniche, per i quali fino ad oggi il legislatore li inserisce tra quelli ammessi al bonus ristrutturazione (art. 16-bis TUIR lett. e).

Il legislatore fa ora rientrare, dunque, tra i lavori ammessi al superbonus 110% anche gli interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche (anche se come interventi “trainati”), aventi ad oggetto

  • ascensori e montacarichi
  • la realizzazione di ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia adatto a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap in situazione di gravità, ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge n. 104 del 1992.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,