Ecobonus auto 2020, ecco come cambiano gli incentivi dopo il decreto di agosto

Il decreto di agosto modifica gli incentivi dell’Ecobonus auto. Vediamo meglio di cosa si tratta.

di , pubblicato il
bonus-auto-elettriche

L’ecobonus auto, una misura promossa del Ministero dello Sviluppo Economico che offre contributi per l’acquisto di veicoli a ridotte emissioni, con il cosiddetto decreto rilancio, è stato potenziato attraverso un ulteriore incentivo valido soltanto fino al 31 dicembre 2020.

Sommando i due incentivi, si può arrivare ad uno sconto sull’acquisto di una nuova auto a basso impatto ambientale fino a 10.000 euro.

Già dalla sua partenza la misura ha suscitato un enorme interesse. Soltanto nelle prime due ore dall’avvio dell’ecobonus auto, sull’apposita piattaforma sono arrivate 3.000 prenotazioni e i fondi (circa 50 milioni di euro) destinati a incentivare l’acquisto di auto con emissioni di anidride carbonica comprese tra 61 e 110 g/km, sono andati esauriti in appena una settimana.

Con il decreto di agosto, il beneficio è stato riproposto e ricapitalizzato con ben 500 milioni di euro, ma non è tutto, sempre grazie a questo decreto vengono riviste le fasce di emissioni inquinanti che danno diritto all’incentivo economico. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Ecobonus auto, modifiche agli incentivi

Con l’articolo 74 del decreto di agosto sono state aggiornate le fasce di emissioni inquinanti che danno diritto all’incentivo economico.

Sostanzialmente, la misura del bonus dipende da due fattori: dall’impatto ambientale del veicolo che si intende acquistare e se, contestualmente all’acquisto, viene rottamato o meno un vecchio mezzo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4. In particolare:

  • per l’acquisto di un’auto nuova elettrica, con Emissioni inferiori o uguali ai 20 g/km, l’incentivo è di 10.000 euro con rottamazione e 6.000 senza rottamazione;
  • per l’acquisto di un’auto nuova elettrica o ibrida pug-in, con Emissioni superiori ai 20 g/km e inferiori o uguali a 60 g/km, l’incentivo è di 6.500 euro con rottamazione e 3.500 senza rottamazione;
  • per le auto ibride, con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 90 g/km, il bonus può arrivare a 3.750 euro con rottamazione, 2 mila euro senza rottamazione;
  • per le auto euro 6 a benzina e gasolio con emissioni CO2 comprese tra 91 e 110 g/km, infine, il bonus è di 3.500 euro con rottamazione, 1.750 euro senza rottamazione.

Guide e articoli correlati

Ecobonus Auto e Decreto Rilancio: incentivi 2020. Guida completa

Ecobonus Auto, fondi già terminati per benzina e diesel

Argomenti: ,