Dichiarazione IVA 2021 non presentata in tempo, in arrivo le lettere dall’Agenzia delle Entrate per mettersi in regole

Entro il 29 luglio 2021 è ammesso inviare la Dichiarazione IVA 2021 tardiva versando la sanzione di 25 euro

di , pubblicato il
Dichiarazione IVA 2021 non presentata in tempo, in arrivo le lettere dall’Agenzia delle Entrate

Sono in arrivo, al domicilio digitale dei contribuenti, le lettere di compliance dell’Agenzia delle Entrate che contestano la mancata presentazione della dichiarazione IVA 2021 (anno d’imposta 2020) o dell’avvenuta presentazione della stessa senza il quadro VE.

La comunicazione è finalizzata a permettere al contribuente di rimediare spontaneamente alla violazione commessa.

Ricordiamo che il termine di presentazione della dichiarazione IVA 2021 era fissato al 30 aprile 2021 e che laddove il contribuente abbia saltato tale scadenza, questi può presentarla entro i 90 giorni successivi (c.d. dichiarazione IVA tardiva) versando una sanzione di 25 euro (codice tributo 8911).

Dichiarazione IVA 2021: il contenuto della lettera dell’Agenzia delle Entrate

La lettera dell’Agenzia delle Entrate è inviata al domicilio digitale del contribuente ed è, in ogni caso consultabile d quest’ultimo all’interno dell’area riservata del portale informatico dell’Agenzia delle Entrate, denominata “Cassetto fiscale”, e dell’interfaccia web “Fatture e Corrispettivi”.

La comunicazione contiene le seguenti informazioni:

  • codice fiscale e denominazione/cognome e nome del contribuente
  • numero identificativo e data della comunicazione, codice atto e anno d’imposta
  • data di elaborazione della comunicazione, in caso di mancata presentazione della dichiarazione IVA entro i termini prescritti
  • data e protocollo telematico della dichiarazione IVA trasmessa per il periodo di imposta 2020, in caso di presentazione della dichiarazione senza il quadro VE.

Come mettersi in regole in caso di Dichiarazione IVA 2021 tardiva o senza quadro VE

Laddove si riceva la lettera dell’Agenzia delle Entrate con cui si contesta la mancata presentazione della dichiarazione IVA 2021 oppure l’avvenuta presentazione senza il quadro VE, sarà possibile:

  • segnalare all’amministrazione finanziaria, direttamente o anche tramite intermediario, eventuali elementi, fatti e circostanze dalla stessa non conosciuti ovvero richiedere informazioni

oppure

  • se la violazione della mancata presentazione della dichiarazione è effettivamente commessa, mettersi in regola presentando la Dichiarazione IVA 2021 entro 90 giorni dal 30 aprile 2021 (ossia entro il 29 luglio 2021) e versando la relativa sanzione di 25 euro
  • nel caso in cui la violazione della presentazione della dichiarazione senza il quadro VE è effettivamente commessa, è possibile applicare il ravvedimento operoso versando la sanzione ridotta a seconda del tempo trascorso tra l’omissione ed il ravvedimento stesso.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,