Contributo a fondo perduto automatico, ecco cosa fare se è cambiato l’IBAN per non perdere soldi

Vediamo come comunicare all’Agenzia delle Entrate in nuovo IBAN per ricevere il contributo a fondo perduto automatico

di , pubblicato il
Contributo a fondo perduto automatico, cosa fare se è cambiato l’IBAN

Chi ha ottenuto il contributo a fondo perduto di cui al decreto Sostegni, sta ricevendo in automatico (quindi senza necessità di ripresentare domanda) anche quello di cui al decreto Sostegni bis.

Ma cosa succede se tra quello di cui al decreto Sostegni e quello del decreto Sostegni bis il beneficiario ha cambiato IBAN del conto corrente?

Contributo a fondo perduto decreto Sostegni e Sostegni bis: come è erogato

Ricordiamo che nella domanda per ottenere il contributo a fondo perduto del decreto Sostegni, il richiedente doveva indicare la modalità con cui intendesse godere del beneficio, ossia:

  • accredito diretto cu conto corrente (nella domanda occorre riportare l’IBAN)
  • credito d’imposta da utilizzare in compensazione.

Il contributo di cui al decreto Sostegni bis sarà dato, in modo automatico, nella stessa forma prescelta per quello di cui al decreto Sostegni.

Fondo perduto decreto Sostegni bis: come comunicare il nuovo IBAN

Potrebbe verificarsi che il contribuente, nella domanda per il fondo perduto del decreto Sostegni, abbia scelto l’accredito in c/c e che, nel periodo intercorrente tra l’erogazione del contributo a fondo perduto del decreto Sostegni e quello (automatico) del Sostegni bis, questi abbia chiuso il conto corrente il cui IBAN è stato indicato nella richiesta iniziale e riaperto altro conto presso altra banca.

In tal caso, dunque, occorrerebbe comunicare all’Agenzia delle Entrate il nuovo IBAN per ricevere l’accredito automatico del contributo di cui al decreto Sostegni bis.

Come fare?

Nella guida sul nuovo fondo perduto del Sostegni bis, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che in questo caso non è possibile comunicare preventivamente il nuovo IBAN ma occorre attendere lo storno del mandato di pagamento del contributo automatico.

Solo dopo ciò il contribuente potrà, attraverso l’apposita funzionalità presente nell’area riservata del sito istituzionale della stessa Agenzia, comunicare le nuove coordinate.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,