Congedo straordinario retribuito legge 104: si maturano ferie nella fruizione?

Il congedo retribuito biennale fa maturare ferie?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Legge 104

Buona sera, sono docente di scuola dell’infanzia, ho fruito di permesso biennale retribuito 104 per assistere un familiare dal 1-09-17 al 30-06-18. Vorrei sapere se ho maturato le ferie.

 

Durante la fruizione del congedo straordinario retribuito biennale, così come chiarito dall’articolo 42, comma 5-quinques, della legge 151, non si maturano ferie tredicesima mensilità nè trattamento di fine rapporto così come stabilito anche dall’informativa numero 30 dell’Inpdap del 2003 con la quale si stabilisce che “Il congedo non ha effetto sulla tredicesima mensilità e sulle ferie. Infatti, sul punto, deve ritenersi applicabile alla fattispecie l’art.34, comma 5, del D.Lgs 151/2001, espressamente richiamato dall’art.43 dello stesso decreto legislativo (norma di chiusura dell’intero capo VI, attinente la materia dei riposi e dei permessi), che estende, in tal modo, a tale ambito la regola propria dei congedi parentali, secondo la quale questi ultimi non producono effetti ai fini della maturazione delle ferie e della tredicesima mensilità. Il congedo, utile ai fini del trattamento di quiescenza, non è invece valutabile né ai fini del trattamento di fine servizio (indennità premio di servizio ed indennità di buonuscita) né del TFR (Circolare n. 11 del 12 marzo 2001 della Direzione Centrale Prestazioni Previdenziali)“.

Tali periodi, però, essendo coperti da contribuzione sono validi ai fini pensionistici.

La normativa vale sia per i dipendenti pubblici che per i dipendenti privati.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti congedo straordinario legge 151, Lavoro e Contratti, Welfare e previdenza, Legge 104